Ballabio, furti di bici, monta la polemica   «Serve il controllo del vicinato»
Uno dei garage assaltati a Ballabio

Ballabio, furti di bici, monta la polemica

«Serve il controllo del vicinato»

Manuela Deon, capogruppo della minoranza, attacca l’operato del sindaco

«Abbiamo undici telecamere pagate a peso d’oro, ma non hanno mai risposto alle esigenze»

Ladri di biciclette dai garage, monta il caso. I furti che si sono verificati nelle due ultime settimane, compiuti da ignoti che hanno rubato almeno quattro biciclette, sono costati alle vittime dei raid, non solo le migliaia di euro dei mezzi, ma anche le spese per riparare la basculante del box.

Parte alla carica il gruppo consiliare di minoranza guidato da Manuela Deon: «Proprio ad aprile in un consiglio comunale portavamo, con “Ballabio Futura”, una mozione per contribuire ad aumentare la collaborazione e l’attenzione dei cittadini, per prevenire furti o altri brutti episodi, provando a mettere sul tavolo uno strumento che in tante parti d’Italia viene utilizzato: il controllo di vicinato. Un tentativo per costruire reti di solidarietà che possano prevenire, fare interessare i vicini anche al benessere dell’altro e dare un contributo alla comunità sulla sicurezza. La risposta che ci fu data? “La sicurezza è un tema di destra e il Comune di Ballabio fa già abbastanza”. Negli ultimi anni undici telecamere, intelligenti, portate come bandiera dall’Amministrazione di un “grande operato” sul fronte sicurezza. Vigilanza privata tutte le sere in giro per il paese. Risultati? Le undici telecamere pagate a peso d’oro non hanno mai risposto alle esigenze per cui sarebbero state installate e la vigilanza non ha prevenuto nulla. Né quando vengono scaricati rifiuti per il paese, né quando avvengono furti. Questi sono i grandi traguardi sulla sicurezza, tema caro all’Amministrazione da sei anni. E a pagare le conseguenze - è la conclusione impietosa della leader della lista “Ballabio Futura” - di quella che è solo propaganda sono sempre i cittadini».

L’articolo completo sull’edizione di domani,domenica 11 luglio, de La Provincia di Lecco


© RIPRODUZIONE RISERVATA