A Introbio l’asfalto fa imbizzarrire i cavalieri  «Restituiteci lo sterrato sull’ippovia»
Il tratto asfaltato è di circa trecento metri

A Introbio l’asfalto fa imbizzarrire i cavalieri

«Restituiteci lo sterrato sull’ippovia»

Il sindaco replica: «Bitume necessario per isolare l’elettrodotto interrato»

«La pista non è solo per cavalli: è una strada comunale »

Asfalto al posto dello sterrato. E la polemica corre sull’ippovia del fondovalle della Valsassina inaugurata l’8 dicembre 2012.

«Uno scempio», «Una vergogna», «Mancanza di rispetto nei nostri confronti», gli animosi commenti che hanno surriscaldato la discussione sui social.

Il tratto è quello che dal guado del torrente Troggia va verso Introbio dove ad inizio mese una striscia di catrame ha cancellato lo sterrato precedente.

«Saranno 300 metri di asfalto sull’ippovia che però non è riservata solo ai cavalli - si difende il sindaco Adriano Airoldi – È stato interrato un elettrodotto e per questioni di ulteriore sicurezza è stato posizionato un fondo di moregallo ed è stata asfaltata, a costo zero. Ne abbiamo approfittato perché è diventata più praticabile ed è un collegamento alternativo in caso di blocco della strada provinciale 62. È una strada comunale utilizzata anche dai cavalieri».

L’articolo completo sul giornale in edicola.


© RIPRODUZIONE RISERVATA