Esperienza da incubo. «La 36 come un torrente Noi tre bloccati nell’auto»

Colico Sotto il nubifragio: la disavventura che poteva diventare tragedia Annunciano un esposto in Procura: «Salvati dai Vigili del fuoco di Bellano»

Esperienza da incubo. «La 36 come un torrente Noi tre bloccati nell’auto»
Il livello aveva superato quello delle ginocchia di un uomo

Era passata da 22 minuti la mezzanotte di lunedì quando è partita la prima chiamata di soccorso, indirizzata alla Polizia stradale di Bellano.

Invece, da quel momento fino all’1.35 ormai di martedì, per più di un’ora, è stato un mix di panico e passione, che solo l’arrivo dei vigili del fuoco volontari di Bellano ha potuto, almeno parzialmente, sedare.

«Ci hanno salvati loro, e solo loro, lo voglio precisare per il resto, in più di un’ora non si è visto nessun altro. Abbandonati a noi stessi dentro un fiume d’acqua e chiusi in un’auto che pareva un canotto nel lago di Mezzola. Una cosa che mai nella nostra vita abbiamo vissuto e che speriamo proprio di non dover rivivere più».

© RIPRODUZIONE RISERVATA