Zingaretti e la politica  al tempo del virus

Zingaretti e la politica

al tempo del virus

Non pensate che qualcuno non l’abbia già fatto il calcolo. Quanto vale nei sondaggi un segretario di partito positivo al coronavirus? Perché, diciamo la verità, senza sottovalutare il momento drammatico che sta attraversando il nostro paese e non solo, alla fine la vita deve continuare. E per i politici la vita è anche se non soprattutto apparire sulle prime pagine dei giornali, nei talk show, in tv e sui social: un mondo di cui si è impossessato il temibile morbo. Se non parli del virus, se non ha che fare con lui, di questi tempi bene che ti vada finisci a pagina 12 nei quotidiani. Per comparire nei titoli del Tg, la malattia te la devi prendere, come è accaduto a Zingaretti.

Persino il “povero” Silvio Berlusconi, per sgomitarsi un quarto d’oretta di celebrità, si è visto costretto a svelare la sostituzione della ormai storica fidanzata di 34 anni con una di 30. E non è casuale che abbia usato il suo partito, Forza Italia, come canale di comunicazione. A parte il giudizio etico sulla vicenda, è comunque un innegabile messaggio di ottimismo che arriva da un over 75, una fascia di cittadini che certo non sta vivendo un momento tranquillo.

f.angelini@laprovincia.it
Francesco Angelini Capo redattore centrale
f.angelini@laprovincia.it
Francesco Angelini Capo redattore centrale

© RIPRODUZIONE RISERVATA