Operai morti, nessuna traccia di violenza. La conferma è arrivata dall’autopsia

Moltrasio L’esame non ha rilevato segni di traumi sui corpi dei due egiziani. La causa del decesso a questo punto è certa: intossicazione da monossido

Operai morti, nessuna traccia di violenza. La conferma è arrivata dall’autopsia
I due operai egiziani sono stati trovati mercoledì senza vita
(Foto di Butti)

L’autopsia, effettuata nelle scorse ore, ha confermato quello che in sostanza già si sapeva.

A causare la morte di Said Salah Ibrahim Abdelaziz, 27 anni, che avrebbe compiuto i 28 al primo di novembre e del compagno di lavoro Said Samir Mohamed Mahmoud, 29 anni, entrambi egiziani e impiegati nel cantiere di Moltrasio in via Ranzato, non è stata alcuna aggressione dall’esterno.

Sui corpi non c’erano segni di violenza e neppure di traumi. Per avere la conferma definitiva del monossido bisognerà attendere che i referti vengano ultimati, ma di dubbi non ce ne sono, come del resto non ce ne sono mai stati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA