Oggiono, Arrivano i milioni per il Besanino

I pendolari: «Una svolta storica»

Elettrificazione Esulta il comitato : «siamo caduti dalle nuvole»

Non solo la Como Lecco, anche la Monza Molteno Lecco

Fragomeli: « Ce l’abbiamo fatta,risposte al territorio»

Oggiono, Arrivano i milioni per il Besanino I pendolari: «Una svolta storica»
La linea del Besanino Lecco Como verrà elettrificata

Per i pendolari, la notizia è «di quelle da cadere giù dalla sedia»: l’elettrificazione delle due linee ferroviarie, cioè la Como-Lecco e ora anche della Monza-Molteno-Oggiono è la «bomba» delle ultime ore, «uscita da un cilindro che non sapevamo neanche di avere; infatti - secondo il portavoce dei viaggiatori della Como-Lecco, il moltenese Giovanni Galimberti - per l’elettrificazione del Besanino non risulta che Rete Ferrovie Italia abbia mai nemmeno presentato in Regione uno studio di prefattibilità. Invece, lo studio c’era e, stando a una recente indiscrezione del Sole24ore, poteva essere coperto con l’ultima legge finanziaria, poi però smentita. Noi, che non avevamo quindi trovato più traccia di elettrificazione nel Piano nazionale di ripresa Pnrr, siamo letteralmente caduti dalle nuvole, nelle ultime ore; c’è da festeggiare, a dita incrociate che il sogno stavolta si avveri - sottolinea Galimberti - perché elettrificare la Como-Lecco già significa una svolta nella qualità del servizio; l’inattesa aggiunta del Besanino è di portata storica: significa, per esempio, eliminare da Lecco tutti i treni diesel, passare appunto ai soli treni elettrici, dunque avere in deposito convogli e materiali del tutto intercambiabili e ottimizzabili».

Ieri a dare la notizia è stato il deputato Pd Gian Mario Fragomeli, esultando:

«Per il “Besanino”, ce l’abbiamo fatta. Siamo molto soddisfatti per l’inserimento dell’elettrificazione della linea ferroviaria Como-Lecco nel Pnrr, ma addirittura ottenendo adesso il finanziamento del progetto di elettrificazione dell’intera tratta Monza-Lecco.

Un anno fa

Un anno fa - riassume Fragomeli - era stata finanziata la progettazione dell’opera e adesso sono previsti nel piano del governo i 78 milioni necessari per la realizzazione dell’intervento sulla Como-Lecco grazie all’impegno della collega Chiara Braga e mio: diamo una risposta importante al territorio, potenziando il trasporto locale e risolvendo l’annosa questione del collegamento tra i due capoluoghi di provincia, Lecco e Como.

Altri particolari su La Provincia di Lecco in edicola venerdì 7 maggio

© RIPRODUZIONE RISERVATA