Molteno, distrutti gli autovelox  «Ma li rimetteremo a posto»
Uno degli autovelox danneggiati

Molteno, distrutti gli autovelox

«Ma li rimetteremo a posto»

«Non ci lasceremo scoraggiare da questi stupidi atti vandalici: gli autovelox verranno tutti ripristinati»: il vicesindaco, Giuseppe Chiarella, lo rende noto, mentre sono in corso i lavori per porre rimedio al raid dell’altra notte, quando le colonnine sono state distrutte. Si tratta delle strutture arancioni che possono contenere le strumentazioni per rilevare la velocità, situate in punti diversi del paese: in particolare, sono state prese di mira quelle di via Giovanni XXIII e viale Consolini. È stata demolita la parte superiore, poi ritrovata a notevole distanza, dalla parte opposta del territorio, nel bosco sottostante la località San Martino; date le dimensioni, non è stato sicuramente facile trasportarla.

In base alle testimonianze raccolte, l’azione è stata commessa tra le tre del mattino e le sette. Gli autovelox erano già stati presi di mira pesantemente subito dopo l’installazione, anche allora divelti e gettati in campi e proprietà vicine. Dalla loro attivazione, sono state tante le multe ma, secondo l’amministrazione, anche i risultati: in un anno, il bilancio è stato di oltre 12mila euro di incassi e, per il 2019, il Comune prevedeva introiti in aumento, fino a 15mila euro. Per Chiarella, «i dati da guardare sono però altri: 54mila veicoli rilevati in cinque giorni, il 64% dei quali transitati ben oltre i limiti di velocità, a 90 all’ora e più; dopo l’installazione delle colonnine, c’è stato un calo del 69% delle infrazioni e del 94% di quelle più gravi». n 


© RIPRODUZIONE RISERVATA