La ricostruzione del ponte crollato

Sulla super per dieci mesi a 50 all’ora

Il cantiere di Annone è un pericolo e l’Anas impone il limite sino al 2 marzo

La ricostruzione del ponte crollato Sulla super per dieci mesi a 50 all’ora
Primi lavori sul ponte e nella sottostante Statale 36 si viaggia a 50 orari

«I lavori per la ricostruzione del ponte di Annone sono iniziati, ma ciò sarebbe dovuto succedere molto prima»: ad Annone, la posizione della minoranza resta critica sui tempi dei lavori, destinati a durare fino a marzo del prossimo anno; dopo tanto invocare l’opera, peraltro, non mancherà ora chi preferirebbe farne forse a meno, considerato il prezzo imposto a tutti coloro che percorrono la statale 36, nelle due direzioni: infatti da ieri, e sino al 2 marzo 2019, si viaggia a 50 all’ora nel tratto interessato proprio dal cantiere; lo ha deciso Anas.

Una velocità giustificata, appunto, dai lavori in corso, ma che – se rispettata - creerà non pochi problemi di deflusso del traffico su una delle arterie più trafficate e congestionate della Lombardia. La limitazione resterà in vigore sia da Lecco verso Milano, sia in direzione opposta e il provvedimento mira a garantire la «sicurezza in corrispondenza del cantiere per la ricostruzione del cavalcavia della provinciale 49 di sovrappasso alla statale 36». Qui, com’è risaputo, un crollo è avvenuto nell’ottobre 2016, determinando una vittima; a breve distanza, da novembre dello stesso anno, il ponte sulla 36 di Civate è chiuso al traffico in quanto ritenuto precario e dovrà essere ricostruito anch’esso.

Leggete tutti i particolari sull’edizione odierna de La Provincia di Lecco

© RIPRODUZIONE RISERVATA