Fierone di Oggiono, poche ore e si parte  «Sarà un’edizione diversa»
L’ultima edizione del Fierone, nel 2019

Fierone di Oggiono, poche ore e si parte

«Sarà un’edizione diversa»

L’evento è all’edizione numero 406 ed è molto atteso in città. Il sindaco: «Ci sono stati tantissimi ostacoli, ma li abbiamo superati»

«Ricominciare, ripartire: questo è ciò che vogliamo tutti, dopo due anni di riposo forzato, ed è stata la motivazione principale che ci ha convinti a fare “Ul Feron de Ugionn” 2021»: lo afferma il neopresidente della Pro Loco, Danilo Riva, a una manciata di ore, ormai, dall’emozione del ritorno che, dopo il Covid e le difficoltà logistiche dovute alla perdita dell’area di viale Vittoria, appariva insperato.

«Un’edizione della fiera zootecnica diversa dalle altre - sottolinea Riva stesso - sia per la nuova location, sia per le disposizioni sanitarie e organizzata da un consiglio direttivo della Pro Loco quasi interamente rinnovato. Questo - ribadisce il presidente - è l’inizio di una nuova avventura per tutti; la voglia e la volontà non mancano, il percorso in salita che stiamo affrontando non ci spaventa. La fiera di Sant’Andrea - dice Riva forte e chiaro - è il fiore all’occhiello della Pro Loco ed è soprattutto un’occasione per far conoscere e valorizzare la città di Oggiono. Aspettiamo, quindi, tutti».

L’articolo completo sull’edizione di giovedì 21 ottobre de La Provincia di Lecco


© RIPRODUZIONE RISERVATA