Ello, nessuno vuole il centro sportivo  Futuro incerto dopo l’addio del Rugby
Dal 30 luglio il campo sportivo tornerà nelle disponibilità dell’amministrazione comunale

Ello, nessuno vuole il centro sportivo

Futuro incerto dopo l’addio del Rugby

Deserto anche il secondo bando di gara per la gestione dell’impianto e del bar

Nessuno vuole il centro sportivo: né gli impianti, né il bar.

L’amministrazione comunale dovrà decidere, ora, come uscire dall’impasse nel quale due bandi di gara deserti l’hanno costretta, a poche settimane dall’inizio di una nuova stagione. Non ha avuto, finora, fortuna la scelta di distinguere la gestione del campo di calcio a undici e quella del bar, intrapresa dal Comune nella speranza di dare una svolta, dopo gli ultimi, problematici anni di affidamento all’”Asd Oggiono Rugby Club”: non ci sono stati concorrenti né per l’uno, né per l’altro.

L’intento era rivitalizzare il centro, in particolare con la concessione della palazzina a soggetti interessati a tenerla aperta e farne un punto di riferimento non soltanto per gli sportivi bensì – come era in passato, con l’”Associazione santi Giacomo e Filippo” – anche per i cittadini in generale e, soprattutto, gli anziani. «Ad ogni modo – preannuncia il vicesindaco, Gianluigi Valsecchi – già da quest’estate, con l’uscita di scena del Rugby, si potrà tornare a organizzare almeno il pranzo di Ferragosto per la terza età: sarà un primo momento di restituzione al paese di un impianto dal quale, durante gli ultimi anni, gli ellesi (che lo hanno pagato con le proprie tasse) sono stati esclusi, essendo gestito in esclusiva dal club».


© RIPRODUZIONE RISERVATA