Ello, «Il bus non è un taxi»  Tagli alle fermate del pulmino scolastico
All’asilo di Ello i bambini di Oggiono senza trasporto

Ello, «Il bus non è un taxi»

Tagli alle fermate del pulmino scolastico

Il sindaco annuncia il cambio di organizzazione L’asilo è frequentato da bambini stranieri di Oggiono «Iscritti da noi solo per opportunismo perchè è statale»

Cura dimagrante per lo scuolabus: l’amministrazione comunale di Ello – il cui asilo è frequentato da un elevato numero di bambini residenti a Oggiono - ha mantenuto la promessa deliberando di tagliare, dal prossimo settembre, le fermate del pullman attraverso Oggiono. Finora «il pullmino funziona quasi come un taxi, con fermate distribuite capillarmente, quasi sotto casa di ciascun alunno – ricorda il sindaco, Virginio Colombo – Anche così, i genitori moltiplicano ogni anno le richieste per starsene ancora più comodi». Questa politica era assecondata dall’amministrazione precedente: nel timore di perdere l’asilo a causa dell’esiguo numero di bimbi residenti a Ello, aveva tentato di agevolare e incentivare la frequenza da fuori paese. La nuova amministrazione, in carica da meno di un anno, la vede all’opposto: «L’asilo di Ello è statale: una tipologia di scuola che – ricorda Colombo – manca a Oggiono, dove le materne sono tutte paritarie, con rette alte. Ciò che accade, quindi, è che le famiglie (perlopiù immigrate) di Oggiono iscrivano da noi i figli per opportunismo, riportandoseli poi a Oggiono appena raggiungono l’età della prima elementare: dunque, la politica dei nostri predecessori porta solo costi a Ello e nessuna prospettiva di continuità. Il Comune di Ello intende rivedere l’organizzazione del servizio di trasporto scolastico, tanto più perché l’amministrazione di Oggiono – ricorda Colombo – ci ha rifiutato qualsiasi contributo, economico o in servizi, sostenendo di fare già abbastanza per i propri asili; noi, allora, dobbiamo ottimizzare i costi e i mezzi; attualmente, il giro viene svolto con uno scuolabus di proprietà comunale guidato da un nostro dipendete ed è integrato da un minibus appaltato a una ditta esterna; da una approfondita analisi dei percorsi, si è giunti alla considerazione di poter razionalizzare il servizio con il solo mezzo di proprietà comunale, che fermerà lungo un anello razionale: in via Papa Giovanni XXIII, all’altezza della stazione di servizio “Esso” e del supermercato “Gran Mercato”; in via al Chiarè, inoltre, in prossimità dell’incrocio con via Peslago». Chi non abita da quelle parti, dovrà camminare fino alle fermate o rinunciare all’asilo statale di Ello oppure (se in possesso del mezzo autonomo) andarci in macchina. «Continueremo a garantire, invece – riprende il sindaco di Ello - la possibilità per i bambini oggionesi di usufruire delle nostre scuole dell’obbligo, che evidentemente non scelgono le elementari di Ello per pura convenienza economica, essendo presenti anche a Oggiono le primarie statali».


© RIPRODUZIONE RISERVATA