Ello: automobilisti e vigili, l’ira del sindaco  «Troppe infrazioni e multe in calo»
Agenti della Polizia locale di Oggiono, Annone ed Ello al lavoro (Foto by archivio)

Ello: automobilisti e vigili, l’ira del sindaco

«Troppe infrazioni e multe in calo»

«Pochi controlli della Polizia locale, contravvenzioni scese da 5 a 3mila euro»

Cittadini “indisciplinati” e polizia locale nel mirino del sindaco, Virginio Colombo: «Non ci interessano i controlli effettuati il sabato, con la pattuglia nella piattaforma dei rifiuti per controllare se chi va a smaltirli indossa la cintura di sicurezza; ci premono maggiormente – tuona - le auto parcheggiate in pieno centro, in tripla fila, proprio davanti al municipio. Non crediamo che il Comune dia il buon esempio, tollerando l’andazzo».

Per il sindaco, «un dato balza all’occhio» e motiva la sua reazione: «I 3mila euro di contravvenzioni nell’ultimo anno sono chiaramente indice che qualcosa non va; negli anni precedenti, erano stati sempre incassati attorno ai 5mila euro». Colombo è critico sin dall’inizio (anche nel periodo trascorso in minoranza) sulla gestione della polizia locale associata con Oggiono – che ne ha il comando – e Annone. «Ci siamo informati sulla possibilità di sganciarci da questo accordo – riferisce – e passare con altri comuni più simili ad Ello per dimensioni, dove quindi il controllo sul territorio possa avvenire senza eclatanti squilibri nella presenza degli agenti: purtroppo, con Oggiono è stato raggiunto l’accordo durante la scorsa legislatura, partecipando così a un bando per l’installazione di telecamere sul territorio dell’intero comando: interrompendo l’alleanza, dovremmo risarcire la Regione di una parte dei fondi e, ovviamente, non possiamo».

L’opposizione commenta ironica: «Sarebbe stato più bello se il sindaco Colombo – osserva Elena Zambetti – avesse dato merito del calo di multe ai cittadini, finalmente più virtuosi, anziché attribuirne la colpa alla polizia locale». Ma il sindaco non arretra: «È purtroppo evidente che gli automobilisti non meritano congratulazioni: parcheggiano qui davanti al municipio, sullo stop e proprio sotto il cartello; un’amministrazione non può sottacere violazioni delle regole così palesi: le norme si rispettano e, peraltro, il traffico selvaggio è anche pericoloso».

Non possiamo più tollerare – afferma Colombo – auto e moto lanciate sulle nostre strade, che sono diventate ormai la scorciatoia parallela alla strada provinciale 51 di Oggiono: sempre più mezzi la utilizzano per evitare il traffico (e, appunto, anche i controlli), raggiungendo elevate velocità tra le nostre case. In centro al paese, poi, i furbetti trionfano e ciò non piace a nessuno».

«È evidente – conclude il sindaco – che il servizio deve essere migliorato: i 3mila euro dicono che, finora, l’attenzione della polizia locale non è stata sufficiente a tenere Ello sotto controllo e reprimere i comportamenti scorretti, anche con le sanzioni».

© RIPRODUZIONE RISERVATA