Dolzago, Il piccolo Luigi di ritorno in Italia  «A breve il permesso per il rimpatrio»
LUIGI AGLIONI (Foto by La Provincia)

Dolzago, Il piccolo Luigi di ritorno in Italia

«A breve il permesso per il rimpatrio»

Dolzago Il piccolo era stato portato in Cina dalla madre senza il permesso del padre Luigi Aglioni ora a Pechino per un incontro in ambasciata con la donna che ha acconsentito

Ha avuto esito positivo, per il dolzaghese Luigi Aglioni, l’incontro di ieri nell’ambasciata italiana a Pechino: l’accordo raggiunto nella sede diplomatica è che verrà rimpatriato il figlio, di otto anni, del quale si erano perse per alcuni mesi le tracce dopo essere stato condotto dalla madre in Cina, dove è nata; doveva trattarsi di una vacanza, invece la donna ha in seguito comunicato di non voler più fare rientro in Italia, troncando i contatti, che solo ultimamente la diplomazia è riuscita faticosamente a ristabilire. «All’incontro – ci ha riferito ieri Aglioni, direttamente da Pechino - hanno partecipato altri due funzionari oltre al capo della Cancelleria consolare, Eugenio Poti, al quale devo esprimere pubbliche congratulazioni per la grande opera di diplomazia svolta convincendo mia moglie a lasciare tornare il bambino in Italia con me. Ora sono in hotel a Beijing con lui. La mia gioia è immensa. Nelle prossime ore sarà sempre il capo della Cancelleria consolare a recarsi dalle autorità di Polizia per ottenere il necessario permesso, per consentire a mio figlio di uscire dal Paese».

Altri particolari su La Provincia di Lecco in edicola mercoledì 4 dicembre


© RIPRODUZIONE RISERVATA