Chiusa (ancora una volta) “La Limonaia” per 10 giorni: di sera il locale si trasformava in discoteca

Merone Disposta per dieci giorni la sospensione commerciale per il locale, a seguito dei controlli della Polizia di Stato e dei militari dell’Arma, ma l’episodio è ormai reiterato

Chiusa (ancora una volta) “La Limonaia” per 10 giorni: di sera il locale si trasformava in discoteca
Il locale La Limonaia a Merone

Trasformava, nelle ore serali, il ristorante in una discoteca abusiva: questa l’accusa a carico del gestore del locale “La Limonaia” di Merone, per cui è stata disposta oggi la sospensione dell’attività commerciale per dieci giorni. Il fatto però non è nuovo:il locale era già stato chiuso e pesantemente sanzionato in precedenza: prima lo scorso agosto e poi di nuovo a febbraio, a seguito di segnalazioni ed esposti al Comune di Merone e alla Questura di Como. Il gestore de “La Limonaia”, munito della licenza utile alla somministrazione di alimenti e bevande all’interno dell’esercizio pubblico, ma non a organizzare attività di ballo e spettacoli, è stato più volte destinatario di pregressi provvedimenti penali e amministrativi, nella veste del legale rappresentante della società che gestisce l’esercizio pubblico

Come rilevato dall’attività di osservazione realizzata dagli operatori della Polizia di Stato e dai militari dell’Arma ancora una volta il gestore avrebbe ripetuto nuovamente la medesima attività illecita. Nella struttura a vetri collocata in uno spazio esterno rispetto al ristorante veniva infatti creato lo spazio per una pista da ballo, con la presenza di un DJ e di luci a intermittenza. Così il gestore del locale - secondo la contestazione - lo trasformava in una vera e propria discoteca.

Per avere accesso al locale adibito a discoteca bisognava innanzitutto essere clienti del ristorante - con il pagamento di un prezzo fisso di 10 euro - e solo in seguito si poteva accedere alla struttura a vetri e alla pista da ballo, usufruendo anche del bar lì collocato. Anche in quest’occasione il responsabile è stato deferito all’Autorità Giudiziaria e la conseguente segnalazione amministrativa al Comune di Merone ha dato luogo alla sospensione dell’attività per dieci giorni dell’attività commerciale.

Sospensione attività commerciale la limonaia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA