Annone, parte la stagione balneare  Tutto pronto per la due giorni sul lago
Il lago è tornato balneabile a Ona

Annone, parte la stagione balneare

Tutto pronto per la due giorni sul lago

Stagione estiva Passato l’esame di Ats, per la prima volta dopo decenni a Ona ci si può tuffare

I volontari che tengono pulito il luogo organizzano la festa. Il sindaco: «Ci abbiamo creduto»

Preparate il costume: si va al lago. Il prossimo weekend sarà l’epocale data in cui si tornerà a fare il bagno nelle acque di Annone che, come è noto, hanno appena passato l’esame di Ats.

Il verdetto

Il lago è stato dichiarato balneabile, per la prima volta dopo decenni, e per adesso relativamente alla sola località Ona, in territorio, appunto, di Annone. Finora stanno procedendo bene, però, anche i campionamenti in località Sabina di Oggiono, per la quale il verdetto è atteso nel 2022.

Intanto, a Ona si prepara la grande festa, “Al lago con i volontari”, che verrà «organizzata col patrocinio del Comune, proprio dall’associazione “Volontari per Annone” che - ricorda il sindaco, Patrizio Sidoti - si prendono cura della pista ciclabile a lago e delle aree verdi del paese».

Il 19 e il 20 giugno verranno organizzate le due giornate a Ona, sperimentando dalle 11 alle 18 anche il servizio di ristoro, con panini, bibite e salamelle poi, dalle 18 alle 20, ”Aperitivo al tramonto”.

Ovviamente, la manifestazione verrà rinviata in caso di maltempo.

«Questo è l’esordio - dice Sidoti - Poi, come è noto, la nostra intenzione è di rendere permanente il servizio di ristorazione con chiosco mobile e servizi a supporto, appunto, della nuova spiaggia e anche della sempre più numerosa affluenza sulla ciclabile, con persone che arrivano abbastanza da lontano e dal Milanese.

Il richiamo turistico

Inoltre, in questo modo, sarà ancora più agevole l’incremento dell’offerta e del richiamo turistico, visto che - rammenta il sindaco - già in occasione della prima riapertura dei monumenti del territorio, i visitatori per esempio della nostra chiesa di San Giorgio hanno dimostrato di apprezzare proprio l’opportunità di una breve escursione nella natura, sulla vicina ciclabile.

Ci abbiamo creduto, lavorando al risanamento attraverso interventi sullo sdoppiamento delle reti fognarie per diminuire drasticamente l’ulteriore apporto di inquinanti, ma anche con l’utilizzo di un innovativo impianto di sifonamento del fondale».

Altri particolari su La Provincia di Lecco in edicola venerdì 11 giugno


© RIPRODUZIONE RISERVATA