Videosorveglianza casatese  Missaglia crede al progetto
Le scuole elementari “Aldo Moro “ di Maresso. L’amministrazione di Missaglia punta molto sulle telecamere

Videosorveglianza casatese

Missaglia crede al progetto

L’assessore all’urbanistica Paolo Redaelli è convinto: «Tutti insieme, noi e i comuni vicini, avremo più possibilità in Regione»

Un unico grande sistema di videosorveglianza per gran parte del Casatese. A ipotizzarlo, Paolo Redaelli, assessore all’urbanistica di Missaglia, che si occupa anche di questo settore e che, negli ultimi anni, ha seguito il progetto per il posizionamento di una ventina di occhi elettronici sul territorio.

A spingerlo verso questa ipotesi, che dovrà essere ancora discussa con i sindaci dei territori limitrofi, la constatazione che solo insieme si riescono a ottenere finanziamenti regionali. E, con quei fondi, ampliare il numero di telecamere installate sui propri territori.

«All’ultimo bando regionale - ha ricordato Redaelli - sia noi sia Casatenovo abbiamo concorso presentando ciascuno un proprio progetto specifico. Nonostante nella documentazione si precisasse che i due interventi fossero abbinanti, in Regione non ne hanno tenuto conto».

Imparata la lezione, Redaelli si è quindi ripromesso, nelle prossime settimane, di sentire i sindaci dei territori vicini in modo da avviare quanto prima sinergie che possano portare a un tornaconto immediato.

Tutti i dettagli nell’ampio servizio su “La Provincia di Lecco” in edicola venerdì 26 agosto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA