Top cucina e mini supermercato

Il fattore ricerca di Beretta Salumi

Nel quartier generale di Trezzo sull’Adda, spazi ad hoc e tecnologia per le attività formative

Top cucina e mini supermercato Il fattore ricerca di Beretta Salumi
La produzione nello stabilimento di Barzanò

Fra le Academy organizzate da industrie del territorio per formare i propri talenti professionali, quella del salumificio “Fratelli Beretta” ha scelto di puntare sulla qualificazione continua dei propri dipendenti.

Una qualificazione basata sul merito, ci dice Marco Riva, storico direttore del personale e oggi consigliere di amministrazione dell’azienda guidata da Vittore Beretta, nata oltre due secoli fa in Brianza, a Barzanò, e oggi diventata una multinazionale con 22 fabbriche fra Italia ed estero.

La formazione interna in Beretta, ci dice Riva, si fa da sempre, ma nel quartier generale di Trezzo sull’Adda quattro anni fa si è data un nuovo luogo tutto per sé, distinto da quello aziendale, con un progetto affidato a un architetto specializzato col mandato di svilupparlo sulla base di una logica di valori. Su un totale di 700 metri quadrati ne é uscito un luogo un po’ metafisico, dove si viene accolti da grandi immagini della Scuola di Atene (con la trasmissione dei valori legati a pensiero e azione) e della Creazione di Adamo.

Un ambiente di pensiero, di studio e di analisi con sale riunioni concepite in modo non tradizionale, prive di distrazioni elettroniche e telefoni. Ma è, comunque, l’Academy di un’azienda dove il pensiero e l’azione sono da coniugare col lavoro. Quindi non mancano una sala teatro da 80 posti per riunioni plenarie, una serie di sale con moderne tecnologie in videoconferenza. Soprattutto, c’è una grande cucina per la ricerca, studio, sviluppo dei prodotti con uno chef che viene dalla scuola di Gualtiero Marchesi. Infine la riproduzione di un supermercato, usato non solo come esposizione per i clienti ma anche come modello di studio per indagare quale innovazione portare nel mondo della distribuzione.

Posto che l’azienda eroga a tutti i propri dipendenti una formazione generale sull’impresa, le sue caratteristiche e i suoi valori, la scuola interna di “Fratelli Beretta” è ora alla sua quarta edizione, ha coinvolto 90 giovani lavoratori e 46 docenti, anche loro interni e selezionati sul merito. Ogni edizione si articola in 25 lezioni che comprendono argomenti trasversali all’azienda quali la logistica, le vendite, il marketing, il processo, il prodotto, la qualità, la sicurezza, i sistemi informatici e la gestione del personale. Ogni percorso prevede 50 ore in aula e altrettante in e-learning.

«Riteniamo – ci dice Riva – che la nostra Academy sia un sicuro strumento di avanzamento per i nostri lavoratori, visto che oltre la metà del personale che l’ha frequentata ha cambiato in azienda ruolo o attività. Èuna formazione che ha dato agli operai la possibilità di diventare capo linea, così come ci sono capo linea che sono diventati capo reparto, mentre fra questi ultimi alcuni sono diventati manager. Stiamo davvero formando i nostri capi del futuro in una logica di proiezione dell’azienda per almeno i prossimi 200 anni».

L’Academy della sede italiana non è l’unica dell’azienda, che infatti ne ha realizzata anche una nella sua sede americana. «Riteniamo – conclude Riva – che sia importante far entrare i lavoratori dell’azienda il più possibile nei sistemi di valore che l’hanno fatta progredire da due secoli a questa parte. Valori che si basano su cinque pilastri: il team, il metodo, gli indicatori di strumenti per misurare le performance, l’intensità che esprime passione e attaccamento all’azienda e la comunicazione, fondamentale come modo di trasmettere questo nostro mondo produttivo»..

© RIPRODUZIONE RISERVATA