Svegliati dal ladro  «Era vicino al comò»
Calco teatro di un ennesimo furto in casa

Svegliati dal ladro

«Era vicino al comò»

Terrore, in piena notte a Calco, per l’irruzione di un malvivente nell’abitazione di una coppia di anziani: fugge con soldi e preziosi

Nel cuore della notte ha sentito un cigolio. Ha acceso la luce e si è trovata davanti un ladro, che stava aprendo il comò proprio nella sua camera da letto. Ha gridato e il ladro, senza nemmeno girarsi, è fuggito e si è dileguato. Vittime dell’ennesima incursione dei ladri, due anziani di 78 e 76 anni, che vivono in una casa in località Caviggiolo, nella zona residenziale di Calco.

«Erano le 4 del mattino tra giovedì e venerdì - racconta Piera Luise - A un certo punto, ho sentito uno strano rumore. Ho acceso la luce e visto una sagoma nera proprio davanti al comò. Mi sono messa a urlare che c’era un ladro, mio marito si è svegliato e quello è fuggito». Prima di andarsene, tuttavia, il malvivente era già riuscito a racimolare un piccolo bottino. «Quando ci siamo ripresi, siamo scesi e abbiamo visto che aveva setacciato tutta la casa. Poi, fuori, sul marciapiedi ho ritrovato la mia borsa. Al suo interno, il portafogli, ma i 150 che avevo erano spariti. Il ladro ha quindi svuotato anche il portafogli di mio marito, dove c’erano 30 euro, rubato il suo orologio da sub e una spilla con le mie iniziali oro, che aveva un valore affettivo, avendomela regalata mia madre».

Per entrare in casa, lo sconosciuto ha smontato la maniglia della portafinestra della veranda. E, dopo quello che è accaduto, i due coniugi si sono convinti che occorrerà fare qualcosa per garantire più sicurezza in quella zona della casa. Fino ad allora, «d’ora in poi, ogni volta che andremo a letto, faremo in modo di chiudere a chiave tutte le porte. In questo modo, se mai dovesse accadere di nuovo, il ladro avrà vita più difficile».


© RIPRODUZIONE RISERVATA