San Lorenzo, la notte dei desideri. Non sulla collina di Montevecchia

L’ordinanza del sindaco vieta l’accesso in auto ai non residenti

San Lorenzo, la notte dei desideri. Non sulla collina di Montevecchia
Troppe auto a San Lorenzo e il sindaco chiude la strada

Gli appassionati di stelle dovranno accontentarsi. Anche quest’anno, per loro, l’alta collina sarà off limits.

Lo ha deciso l’amministrazione del sindaco Ivan Pendeggia che con un’apposita ordinanza ha stabilito che i non residenti questa sera, una volta arrivati in via Cappelletta, dovranno fermarsi.

Non potranno così raggiungere la parte alta della strada, quella che porta alla panoramica, e da cui la vista spazia da una parte verso il Milanese e dall’altra verso il Resegone e la Grigna.

Il provvedimento voluto dal primo cittadino è stato motivato con ragioni di ordine pubblico. «Considerata l’esperienza maturata negli anni, per cui durante analoghi fenomeni nella zona dell’alta collina si riversano veicoli in numero di molto superiore alla capienza dei parcheggi disponibili, con forti disagi per la circolazione stradale e per i residenti». Il sindaco ha deciso di bloccare l’accesso alla maggior parte delle persone.

Il divieto scatterà alle 21 di mercoledì 10 agosto e resterà in vigore fino all’una di notte di giovedì 11 agosto.

Se la parte alta dell’alta collina potrà quindi essere raggiunta solo e unicamente dai residenti, dotati di idoneo pass, gli appassionati delle stelle che vorranno godersi la vista dello sciame meteorico delle Perseidi hanno a disposizione molte alternative.

Potranno, per esempio, raggiungere il santuario della Madonna del Carmelo. Oppure, fermarsi ancora un po’ più in basso, dirigersi verso Ca’ Soldato, sede del parco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA