Rotte aeree, solo disagi per il Meratese  I sindaci: «Vogliamo contare anche noi»
Il cambiamento delle rotte aeree all’aeroporto di Orio ha coinvolto in modo massiccio il Meratese

Rotte aeree, solo disagi per il Meratese

I sindaci: «Vogliamo contare anche noi»

Summit tra i primi cittadini e i consiglieri regionali e i parlamentari del Lecchese - Massironi: «Invieremo una lettera a Enav, Enac e all’aeroporto per ottenere un maggior peso»

«Non è accettabile che, con la modifica delle rotte di atterraggio degli aerei all’aeroporto di Orio al Serio, tutti i problemi ricadano sui Comuni del Meratese mentre tutto il guadagno resti a quelli che si trovano attorno all’hub».

Con queste parole, Andrea Massironi, sindaco di Merate, ha riassunto la posizione dei sindaci che lunedì sera hanno partecipato al tavolo cui sono stati invitati tutti i consiglieri regionali e i parlamentari della zona.

Alla riunione, convocata dal primo cittadino di Palazzo Tettamanti, hanno preso parte i consiglieri regionali Mauro Piazza, Raffaele Straniero e Flavio Nogara, oltre ai parlamentari Maurizio Lupi e Gianmario Fragomeli. Assenti, ma solo perché invitati in ritardo per un disguido nelle comunicazioni, Paolo Arrigoni, Antonella Faggi e Roberto Ferrari, che hanno comunque assicurato, come i colleghi, il massimo supporto.

«A consiglieri e parlamentari - ha spiegato Massironi - abbiamo chiesto aiuto perché, al di là delle promesse che ci sono state fatte in passato, non siamo mai stati invitati ai vari tavoli dove sono state prese le decisioni. Per questo motivo, abbiamo stabilito di predisporre una lettera. La invieremo a tutti gli enti precedentemente individuati, da Enac a Enav, dalla Regione Lombardia all’aeroporto di Bergamo, ma anche a tutti i parlamentari e consiglieri regionali. L’obiettivo è chiedere ai nostri rappresentanti di muoversi ufficialmente a nostro nome nelle sedi più opportune in modo da essere informati di quello che sarà deciso».

L’articolo completo su La Provincia di Lecco in edicola domani, 23 maggio


© RIPRODUZIONE RISERVATA