Olgiate Molgora, cinque decessi in  Rsa        Torna l’ allarme Covid

Olgiate Molgora, cinque decessi in Rsa

Torna l’ allarme Covid

Olgiate Molgora La direzione sanitaria rende nota situazione alla Sodalitas, dove si registrano 16 positivi su 53

«I soggetti avevano un quadro pluripatologico da tempo gravemente compromesso». Scattato il protocollo

Torna l’incubo del Covid nella casa Famiglia della Sodalitas di Olgiate Molgora.

La direzione sanitaria ha confermato che «nelle ultime settimane sono stati registrati cinque decessi, tra soggetti con un quadro pluripatologico da tempo gravemente compromesso, per i quali era stata anche accertata la positività tramite tampone molecolare».

Salute precaria

I decessi hanno riguardato anziani la cui salute era già gravemente compromessa. Il Covid-19, di conseguenza, ha esasperato una situazione già critica. A riprova di ciò, da via Aldo Moro fanno sapere che «ad oggi risultano anche altri 16 residenti positivi, per lo più asintomatici, su un totale di 53 ospiti».

«AI nostri ospiti ed ai loro cari rinnoviamo la nostra affettuosa e sincera vicinanza. Agli operatori - dichiara la direzione, composta dal direttore sanitario Tiziano Camnasio e dal coordinatore Erika Lupo - il nostro incoraggiamento per la dedizione e l’impegno profuso in questi giorni. Siamo consapevoli dello sforzo fin qui compiuto per arginare la diffusione della pandemia ancora in atto, a partire dal completamento della campagna vaccinale, con la somministrazione della terza dose a tutti i residenti ed operatori conclusa negli scorsi mesi».

La preoccupazione è però palpabile. Soprattutto perché si vorrebbe evitare quello che è accaduto durante la prima ondata quando, nel giro di poche settimane, a Olgiate si registrarono oltre venti morti per Covid. Un dramma ancora vivo nella memoria di tutti. Anche se oggi, con i vaccini e tutti i residenti vaccinati, la situazione rispetto alla primavera di due anni fa è molto diversa.

Altri particolari su La Provincia di Lecco in edicola lunedì 24 gennaio


© RIPRODUZIONE RISERVATA