Olgiate, la denuncia: «I nostri ragazzi  giocano a calcio. E respirano plastica»
OLGIATE MOLGORA - Il campo sintetico dell'oratorio di San Zeno. Ormai vecchio di 13 anni, deve essere sostituito (Foto by Fabrizio Alfano)

Olgiate, la denuncia: «I nostri ragazzi

giocano a calcio. E respirano plastica»

I genitori dei piccoli atleti del Gs San Zeno sono preoccupati

«Il campo sintetico è deteriorato e rilascia particelle dannose»

Il campo di calcio sintetico dell’oratorio di San Zeno si sta letteralmente sgretolando sotto le scarpette delle decine di ragazzini che ci giocano sopra. Preoccupati per questa situazione, che definiscono «anomala e dannosa» dal punto di vista sanitario, un gruppo di genitori ha deciso di sollevare la questione, scrivendo una preoccupata lettera all’Ats.

«La copertura rilascia notevoli quantità di materiale plastico e sintetico - denunciano i genitori riferendosi al campo da gioco, che rilascerebbe particelle «evidentemente dannose per la salute di chi le respira». Il tappeto, rimarcano è così «degradato che, nonostante i divieti, i bambini giocano creandone mucchietti che disperdono a pedate divertendosi nel pulviscolo». Pezzi di plastica finiscono poi nei vestiti, che li rilasciano nella lavatrice.

«Abbiamo segnalato il tutto sia ai dirigenti del Gs che all’amministrazione comunale, che a quanto pare ignorano e sorvolano sul tutto», affermano delusi.

«È vero - ammette senza nascondersi Gianni Casati, dirigente del Gs San Zeno. - Il campo è da rifare. Abbiamo già un progetto. Il preventivo parla di 200 mila euro. D’altra parte la struttura è vecchia: ha 13 anni. Ci è stato concesso il permesso di utilizzarlo ancora per un anno. Poi dovremo necessariamente intervenire e rifarlo».

L’articolo completo sul giornale in edicola.


© RIPRODUZIONE RISERVATA