Olgiate, anti degrado in stazione

In arrivo dieci telecamere e pulizia

Incontro tra il sindaco Bernocco e i funzionari di Rfi sul problema della sicurezza Verranno posizionati una decina di occhi elettronici, tinteggiatura delle pareti deturpate

Olgiate, anti degrado in stazione In arrivo dieci telecamere e pulizia
Il sottopassaggio ricoperto di graffiti verrà ripulito e ritinteggiato

Entro un paio di mesi al massimo, ci saranno le telecamere a vigilare sulla sicurezza di quanti transitano dalla stazione ferroviaria di Olgiate-Calco-Brivio a Olgiate Molgora.

Ieri mattina, i funzionari di Rfi, rete ferroviaria italiana, hanno comunicato al sindaco Giovanni Battista Bernocco che hanno intenzione di procedere all’acquisto delle apparecchiature da installare in stazione. Ma non è ancora tutto. Nel corso della riunione svoltasi di prima mattina a Milano, al primo cittadino è stato anche assicurato che sempre nei prossimi due mesi la stazione sarà rimessa a nuovo.

Progetto già pronto

«Per quello che riguarda le telecamere - ha spiegato il sindaco - Rfi mi ha spiegato che, come minimo, intende installarne da otto a dieci. Il progetto di massima è già pronto. A noi come amministrazione competerà provvedere alla loro messa in opera e, se possibile, al collegamento con il nostro sistema di telecamere già presente negli uffici della polizia locale».

Quest’ultimo passaggio è tuttavia ancora in dubbio. L’impianto di video-sorveglianza olgiatese risulta essere piuttosto datato. Con oltre dieci anni sulle spalle, potrebbe risultare incompatibile con le nuove tecnologie. Resta perciò da chiarire dove finiranno le immagini registrate dagli occhi elettronici e, soprattutto, chi e come potrà vedere in tempo reale quello che avviene sulla banchina.

Dettagli che saranno messi a punto nelle prossime settimane. Bernocco ha infatti preferito sottolineare l’urgenza di un intervento che si attende da parecchio tempo. A rendere la questione di primaria importanza, il gravissimo incidente dello scorso giugno, quando un ventenne di origini dominicane ha perso entrambe le gambe dopo essere finito sotto un convoglio ferroviario. La dinamica del terribile incidente non è mai stata chiarita fino in fondo. Se ci fossero state le immagini delle telecamere, non ci sarebbero invece stati dubbi.

Ma con l’arrivo della bella stazione, le telecamere contribuiranno anche a garantire la sicurezza di tutti quelli che in stazione ci si recano per prendere il treno.

Bottiglie e graffiti

«Purtroppo - ha ricordato il sindaco - anche l’altro giorno una residente mi ha raccontato che di sera e fino a tarda ora alcuni ragazzi hanno già ripreso a trascorrere ore a giocare a carte sopra al passaggio ferroviario. E la mattina, quando si passa a pulire, c’è la fila di bottiglie di birra abbandonate». Sempre nei prossimi due mesi, infine, Rfi si è presa anche l’impegno di ripulire la stazione. «Si tratta - ha precisato il sindaco - di ritinteggiare tutte le pareti che danno verso i binari, ricoperte da scritte, e di pulire i marmi». .

© RIPRODUZIONE RISERVATA