Nuovo viale Verdi, è l’ora degli espropri  «Contiamo sull’aiuto dei residenti»
Viale Verdi: la sistemazione generale della strada è più vicina

Nuovo viale Verdi, è l’ora degli espropri

«Contiamo sull’aiuto dei residenti»

Merate, Casaletto: «Opera di interesse primario

spero non ci siano opposizioni»

Via agli espropri per la riqualificazione di viale Verdi.

Fa sul serio l’amministrazione del sindaco Andrea Massironi che, dopo avere affidato alla Provincia di Lecco la progettazione, si appresta ora a scegliere il professionista che dovrà individuare gli eventuali pezzi di proprietà privata da espropriare.

L’ufficio tecnico ha appena pubblicato l’avvio della procedura di gara per l’individuazione del tecnico che effettuerà i rilievi topografici e i frazionamenti preliminari all’intervento di riqualificazione.

Spiega il capogruppo Alfredo Casaletto: «Nell’ambito della riqualificazione - comincia - occorrerà procedere alla esproprio di spazi privati ad uso pubblico. Per esempio, ce n’è uno davanti alla Snai. Un altro si trova dove c’era la vecchia sede dell’Aci. Dobbiamo farlo perché, quando interverremo, anche se gli spazi sono sempre stati ad uso pubblico, di fatto sono privati».

Il capogruppo di Più Merate spera che non ci siano opposizioni. «Dal momento che il nostro scopo è riqualificare la via, contiamo molto sulla capacità di persuasione dei membri del Comitato di viale Verdi».

L’articolo completo sul giornale in edicola.


© RIPRODUZIONE RISERVATA