Nelle scuole lavori per sette milioni

In cima alla lista l’ex Bovara e il Rota

Cantieri. I fondi arrivano dal ministero e dalla Banca europea per gli investimenti. Marco Passoni (Provincia): «Gli interventi inizieranno a breve e non intralceranno le lezioni»

Nelle scuole lavori per sette milioni In cima alla lista l’ex Bovara e il Rota
I geometri del liceo artistico Medardo Rosso (nella foto) sono ospitati nell’ex Bovara di via XI febbraio

Ci sono 6.783.602 euro per sistemare le scuole superiori lecchesi, una parte ovvero 3.783.602 euro arriva da fondi ministeriali, mentre 3 milioni arrivano da fondi Bei e saranno destinati per metà all’ex Bovara di via XI Febbraio sede attualmente occupata dal liceo Manzoni e dai geometri del liceo Medardo Rosso, e per metà all’istituto Rota di Calolzio per una revisione interna degli spazi.

La somma in arrivo dal ministero, un gruzzolo che l’Amministrazione provinciale ha già destinato ad interventi di vario genere, dalle riqualificazioni delle coperture, al miglioramento dei sistemi antincendio.

«Questi soldi verranno utilizzati per andare a sistemare le strutture delle scuole superiori, in particolare si tratta di interventi già previsti e in partenza nei mesi prossimi con cantieri che non andranno a creare problemi alle lezioni, e altri che invece inizieranno con la fine dell’anno scolastico - spiega Marco Passoni, consigliere provinciale delegato all’edilizia scolastica -. All’istituto Parini completeremo l’intervento di risanamento conservativo pari a 380 mila euro di spesa, al Bachelet di Oggiono sono in via di completamento o lavori per la riduzione del rischio di incendio pari a 416 mila euro».

L’Amministrazione provinciale farà anche delle indagini approfondite in più scuole per valutare la situazione dei solai, e soprattutto il rischio di crollo dei controsoffitti. Le verifiche sono previste all’istituto Badoni, al Bertacchi, al liceo Medardo Rosso, al Fumagalli di Casatenovo e al Greppi di Monticello.

Per l’istituto Fiocchi ci sono 100mila euro per manutenzione straordinaria degli impianti emergenza, e così anche al liceo Grassi e all’Agnesi di Merate.

Nel frattempo l’Amministrazione provinciale sta completando una serie di lavori per l’emergenza sanitaria, quali il rifacimento e l’impermeabilizzazione della palestra del Fiocchi. Dove sono già state sistemate alcune aule, oltre all’adattamento di locali al Bertacchi, al Parini e al Badoni. Al Badoni rientra anche l’adeguamento di spazi per la formazione di un laboratorio che si è reso necessario per garantire il distanziamento sociale.

Tante opere «grazie a questi finanziamenti che ci permettono di sistemare le strutture», conclude Passoni.

Per quanto riguarda i fondi Bei, i 3 milioni di euro verranno investiti per due opere che andranno a cambiare il volto, o meglio gli interni dell’istituto Rota di Calolziocorte e dell’ex Bovara di via XI Febbraio a Lecco. In questi due casi è prevista al revisione interna dei locali. Al Rota verranno create delle nuove aule in quello che è il seminterrato, mentre all’ex Bovara verranno creati nella parte sotto il tetto dei nuovi locali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA