Missione compiuta: l’edicola non si tocca
«Nuove idee contro la sosta selvaggia»

Merate La giunta modifica il progetto, tramonta lo spostamento in piazza Prinetti

Missione compiuta: l’edicola non si tocca «Nuove idee contro la sosta selvaggia»
Il trasloco forzato avrebbe causato un calo del giro di affari, con il rischio di chiusura

«L’ipotesi di spostamento dell’edicola è tramontata. Abbiamo apportato dei correttivi al progetto, che è stato nuovamente inviato alla sopraintendenza per il via libera. Appena lo riceveremo, lo approveremo in giunta e, poi, lo commenteremo».

Il parere contrario dell’edicolante, quello di Confcommercio così come pure quello di numerosi cittadini, hanno convinto il sindaco di Merate Massimo Panzeri a bocciare la «suggestione» - così l’aveva definita lo stesso borgomastro - di riportare l’edicola nella sua sede storica, in piazza Prinetti, dove era stata fino a una ventina di anni fa, quando la piazza era stata rivista dal punto di vista urbanistico.

Una suggestione che era emersa durante il concorso di idee DietroalComune, di un lustro fa, e che aveva suscitato entusiasmo tra i politici. Che non avevano tuttavia fatto i conti con l’oste, ossia con l’edicolante.

Quando infatti quest’ultimo ha capito che a Palazzo ipotizzavano lo spostamento, si è subito allarmato, aprendo gli occhi a tutti sul fatto che il trasferimento, seppure di poche decine di metri, avrebbe avuto conseguenze pesantissime sulla sua attività, fino a metterne a rischio addirittura l’esistenza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA