Missaglia, paura in villa
Nella notte Il tetto prende fuoco

Missaglia I proprietari svegliati dall’odore acre del fumo penetrato L’ intervento dei vigili del fuoco ha permesso di limitare i danni

Missaglia, paura in villa Nella notte Il tetto prende fuoco
L’intervento dei vigili del fuoco durante la notte

Un incendio notturno sul tetto della villa di Dario Farina, proprietario del negozio Ikebana di Missaglia.

A lanciare l’allarme, svegliati dall’odore acre del fumo penetrato fin nelle camere da letto nonostante le finestre schiuse, la scorsa notte attorno alle 3, gli stessi proprietari. Pochi minuti più tardi, una volta uscita in via dei Cacciatori, strada residenziale della frazione di Contra in mezzo ai campi che vanno verso Casatenovo, gli stessi proprietari hanno composto il numero unico di emergenza e richiesto l’intervento dei vigili del fuoco.

Quattro le squadre partite da Merate e da Lecco e così, nel giro di una decina di minuti, nella altrimenti tranquillissima strada sono arrivate con le sirene spiegate e i lampeggianti blu accesi due autopompa serbatoio, un’autobotte e un’autoscala per permettere ai pompieri di salire sul tetto e isolare le fiamme. A bruciare, il materiale di coibentazione che si trovava attorno alla canna fumaria e che avrebbe potuto far allargare velocemente l’incendio anche al resto della casa.Il tempestivo intervento dei vigili del fuoco ha invece permesso di bloccare l’incendio e di limitare alla sola parte di coibentazione i danni. Le squadre sul posto si sono comunque dovute fermare fino all’alba. L’intervento si è infatti concluso dopo le sei.

«I pompieri sono stati molto bravi e per questo motivo i danni sono limitati», il commento del padrone di casa Farina, che, per l’intera giornata, si è occupato di coordinare i lavori degli interventi di ripristino. Già prima di mezzogiorno, tutto il materiale di coibentazione che era steso sul tetto piatto era stato rimosso. A brevissimo dovrebbero quindi incominciare i lavori per la posa di quello nuovo e della relativa copertura. Come detto, i danni patiti dalla ville sono stati limitati e, comunque, come ha confermato anche il proprietario, non ci sono state conseguenze serie per l’edificio. Proprio per questo motivo, i vigili del fuoco non hanno ritenuto opportuno alcun tipo di provvedimento e la struttura è stata giudicata perfettamente agibile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA