Merate, sportivo, in salute e pieno di vita  Il Covid lo sconfigge a soli 57 anni
Luca Bonomi , 57 anni, era uno sportivo

Merate, sportivo, in salute e pieno di vita

Il Covid lo sconfigge a soli 57 anni

Cordoglio a Pagnano per la morte di Luca Bonomi, non aveva patologie pregresse Aveva contratto il virus all’inizio di marzo. Era tra gli organizzatori della Strapagnano

Il Covid fa un’altra vittima in città. E stavolta non si tratta di un anziano con patologie, la cui salute è stata compromessa dal virus.

Questa volta, infatti, ad essere strappato all’affetto dei famigliari e dei tanti amici, un uomo di appena 57 anni, in piena salute, sportivo e amante della vita.

La notizia

Ieri mattina la notizia della morte di Luca Bonanomi è caduta come un macigno sull’intera comunità meratese e in particolare su quella di Pagnano, dove viveva insieme alla famiglia, composta dalla moglie Luisa e dai due figli Mauro, 19 anni, e Anna, 16.

Luca, operaio all’Agnesini di Merate, se ne è andato dopo avere lottato per oltre un mese contro il virus che lo ha fatto finire in ospedale. All’inizio di marzo, aveva cominciato a sentirsi piuttosto stanco. Una spossatezza diffusa che lo aveva convinto a sottoporsi ai controlli. Aveva così scoperto di essere positivo al Covid-19 ma nulla lasciava pensare che da lì a pochi giorni la sua vita sarebbe stata stroncata da quel male terribile.

Quando, da lì a pochi giorni, le sue condizioni sono peggiorate, Luca era stato ricoverato. Prima, come ha raccontato l’amico Giulio Bonalume, con cui aveva condiviso centinaia di corse sui sentieri e sulle strade di Pagnano e dintorni, «i medici gli hanno messo la maschera d’ossigeno. Poi, dopo un solo giorno, il casco. Venerdì, le sue condizioni sono ulteriormente peggiorate e così sono stati costretti a trasferirlo in rianimazione e intubarlo».

Già fissati i funerali che si svolgeranno nella chiesa parrocchiale di Pagnano domani alle 15.

Altri particolari su La Provincia i Lecco in edicola domenica 18 aprile


© RIPRODUZIONE RISERVATA