Merate, il decalogo del Viganò  “No al pigiama” e agli scherzi
I 10 punti

Merate, il decalogo del Viganò

“No al pigiama” e agli scherzi

La preside dell’istituto superiore in quarantena ha messo paletti precisi

La didattica a distanza è una cosa seria: «Messe le mani avanti»

Un decalogo di regole per la didattica a distanza. Dopo essere stati costretti a ritornare alle lezioni online dall’esplosione dei contagi tra gli studenti, al Viganò di Merate hanno preso provvedimenti affinché le lezioni si svolgano nella maniera più seria possibile. Infatti, anche se a causa del Covid i 1200 iscritti non potranno andare a scuola, ciò non significa che non faranno scuola. Così, per evitare che il ritorno alla didattica a distanza, come avvenuto durante il lockdown, parta a singhiozzi, la preside Manuela Campeggi ha steso un decalogo cui tutti dovranno attenersi. E a chi sgarra minaccia «l’irrogazione delle sanzioni previste dal regolamento». «Abbiamo voluto mettere subito le mani avanti - spiega la vice Lucilla Barassi - perché lo scorso anno scolastico, soprattutto nelle classi prime e seconde, con la didattica a distanza abbiamo avuto qualche problema». A tutti viene richiesto «un comportamento e un abbigliamento consono a una lezione scolastica». Niente pigiama, quindi, anche se è più comodo...


© RIPRODUZIONE RISERVATA