Locale a luci rosse  Arrestati tre robbiatesi
Robbiate - L’indagine è stata condotta dai carabinieri di Saronno

Locale a luci rosse

Arrestati tre robbiatesi

In manette padre e figlio italiani e una donna romena

Al centro c’è la gestione di un night club a Varedo

Sette persone arrestate, un circolo privato adibito abusivamente a night club e tante giovani donne liberate da un incubo: è il bilancio dell’operazione “Smeraldo” condotta dai carabinieri della Compagnia di Saronno che ha sgominato una banda dedita allo sfruttamento della prostituzione ai cui vertici, stando al provvedimento applicativo della misura cautelare disposto dal gip di Monza Silvia Pansini, c’erano padre e figlio residenti a Robbiate.

Stando ai riscontri investigativi, i promotori dell’associazione sarebbero stati un uomo di 73 anni, originario della provincia di Catanzaro, e il figlio di 46 anni, pure residente a Robbiate, attualmente detenuto a Opera per altra causa, raggiunti ieri dall’ordinanza di custodia cautelare. Agli arresti domiciliari invece la compagna del più giovane dei due arrestati, una donna di 27 anni, originaria della Romania e pure con residenza a Robbiate.

Al centro dell’indagine, partita nel 2018 a seguito della denuncia di una ragazza di vent’anni e condotta dal Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Saronno, c’è la gestione illecita di un night club di Varedo (Monza e Brianza).

L’articolo completo e l’approfondimento sul giornale in edicola.


© RIPRODUZIONE RISERVATA