Lezioni all’aperto all’Agnesi di Merate

I liceali: «Fateci tornare in classe»

Sit-in di protesta pacifica da parte degli studenti della quinta BS

«La didattica a distanza non funziona». Alle 10 l’arrivo dei carabinieri

Lezioni all’aperto all’Agnesi di Merate I liceali: «Fateci tornare in classe»
MERATE - Il sit-in degli studenti della classe 5 BS. Nella foto Alessia Pozzi e Anna Sardi
(Foto di Fabrizio Alfano)

Didattica a distanza. Però non tra le quattro mura di casa, bensì accanto agli compagni di classe, nel piazzale davanti all’ingresso del liceo scientifico.

Gli studenti della quinta BS dell’Agnesi hanno trovato un modo singolare di protestare. Contestano l’imposizione di seguire le lezioni da casa, in ossequio alle strategie di contenimento della diffusione del Covid 19.

Stamattina, quando è virtualmente suonata la campanella della prima ora, invece che in soggiorno, in cucina o alla scrivania nella propria camera da letto, sedici dei ventitré ragazzi che frequentano la quinta liceo si sono collegati con i professori da una postazione allestita davanti all’ingresso dell’istituto.

Il sit-in di protesta è durato un paio di ore. Attorno alle 10, infatti, sono arrivati i carabinieri che hanno chiesto ai ragazzi di andarsene paventando il rischio assembramenti oltre che ipotizzando conseguenze collegate all’occupazione del suolo pubblico.

L’articolo completo e l’approfondimento sul giornale in edicola domani, mercoledì 4 novembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA