Le capre del cimitero trasferite in Valsassina

Olgiate Scorrazzavano nel camposanto di Zan Seno, inutili i richiami del Comune al proprietario

Le capre del cimitero trasferite in Valsassina
Le capre fra le tombe

I fiori dei prati della Valsassina al posto di quelli che abbelliscono le tombe del cimitero di San Zeno.

Da domenica, le due caprette che scorrazzavano nel cimitero della frazione di Olgiate Molgora sono state prelevate e messe sotto custodia dall’amministrazione municipale.

«Le caprette - spiega l’assessore all’ecologia Matteo Fratangeli - sono state affidate in via temporanea al nostro operatore ecologico perché tutti i tentativi di ridarle al proprietario sono falliti. Più volte lo abbiamo chiamato e più volte ci ha assicurato che sarebbe passato a prenderle. Nel momento in cui ci siamo resi conto che non si presentava mai agli appuntamenti, poiché le caprette non sono registrate, sentita Ats, le abbiamo affidate in via temporanea all’operatore ecologico. Ha una fattoria in Valsassina e le ha portate lassù. A breve, se il proprietario non le reclamerà, le registrerà e se le terrà».

Con ogni probabilità, è proprio così che andrà a finire. L’assessore Fratangeli fa infatti sapere che «nel momento in cui il proprietario dovesse reclamarle, insieme alle caprette riceverebbe anche una salatissima multa».

© RIPRODUZIONE RISERVATA