La visita di monsignor Delpini
a don Giorgio De Capitani

«Un colloquio sereno, mi ha espresso la sua solidarietà e l’ho accettata»

La visita di monsignor Delpini a don Giorgio De Capitani

(Foto di L'arcivescovo di Milano Mario Delpini in visita a don Giorgio De Capitani (dal sito di don Giorgio))

L’arcivescovo di Milano monsignor Mario Delpini ha fatto visita a don Giorgio De Capitani, recentemente condannato dal tribunale di Lecco per diffamazione nei confronti di Matteo Salvini, leader della Lega. La visita è avvenuta ieri pomeriggio nell’abitazione di Monte di Rovagnate, dove don Giorgio vive. Era stata concordata una settimana fa quando, facendogli pervenire una breve lettera scritta di suo pugno, l’arcivescovo di Milano aveva espresso il «desiderio» di incontrarlo di persona.

«Appena ho ricevuto il biglietto - ha spiegato don Giorgio - ho subito risposto sì. Erano sei anni che attendevo questo momento. L’arcivescovo - ha spiegato - mi ha ascoltato. È stato un colloquio sereno e bellissimo. Mi ha espresso solidarietà e io l’ho accettata».

In seguito alla condanna, don Giorgio ha inoltre annunciato che continuerà le sue battaglie, anche se con un atteggiamento diverso. «Dei 1700 video che erano caricati sul mio sito, ne ho distrutti 1200, lasciando soltanto le omelie. Questo però non vuol dire che non continuerò le mie battaglie. Andrò avanti, anche se con toni diversi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA