Il sindaco si sposa. Un matrimonio fuori dal Comune

Colorate e originali le nozze del primo cittadino di Santa Maria Hoè

Il sindaco si sposa. Un matrimonio fuori dal Comune
Le nozze del sindaco Efrem Brambilla

Da settimane stava preparando amici, parenti, cittadini e followers per questa giornata.

Ieri mattina il sindaco di Santa Maria Hoè, Efrem Brambilla, si è unito in matrimonio con la compagna Eleonora Maria Rizzo, da anni al suo fianco.

Un matrimonio colorato, condito di musica e con la partecipazione di tantissime persone che sul sagrato della chiesa parrocchiale del paese hanno voluto salutare il proprio primo cittadino nel giorno del suo matrimonio.

Un appuntamento preparato con cura da mesi, di cui molti erano a conoscenza per la prolificità con cui Brambilla l’ha dettagliato sui social network, in particolare Facebook, una sua passione da sempre.

La coppia è notissima in paese, anche se non vi abita, gestisce infatti a Campsirago al “Stala del Re”, un locale tipico ed atipico conosciuto da molti. Hanno creato aspettative, inutile nasconderlo, in tanti attendevano questo appuntamento che ieri mattina ha visto il proprio coronamento con l’arrivo di Efrem a bordo del trattore prestato dal fratello, che possiede un’azienda agricola. Una tenuta che spiccava per i colori accesi, blu e bordeaux, con tanto di stivali da cowboy, hanno caratterizzato la “mise” del primo cittadino e il suo arrivo sul piazzale della chiesa è stato salutato da un applauso tributato da invitati e semplici cittadini e dall’esibizione musicale del gruppo folkloristico La Campagnola di Olgiate Molgora.

È stato il parroco di Castello Brianza e Dolzago, don Walter Brambilla, parente di Efrem, a celebrare la funzione, a cui hanno partecipato parecchi colleghi di Brambilla, dall’assessore olgiatese Matteo Fratangeli all’ex consigliere e guardia ecologica del Parco del Curone Giovanni Zardoni, dal sindaco di Montevecchia Ivan Pendeggia alla collega di Cassago Roberta Marabese, dal primo cittadino di Cernusco Gennaro Toto a quello di Merate Massimo Panzeri.

La sposa è arrivata a bordo di un calesse trainato da cavalli, accompagnata dai genitori, è entrata in chiesa con l’accompagnamento musicale di una band di cornamuse e percussioni scozzesi della bergamasca, la Orobian Pipe Band di Ranica. E alla fine tutti al ricevimento nuziale a Villa Semenza, ovviamente a Santa Maria. L.Per.

© RIPRODUZIONE RISERVATA