Il centro sportivo diventa sede Coni

Quattro anni di sport di qualità

Olgiate Molgora I ragazzini che riceveranno una formazione atletica multidisciplinare

Anche gli istruttori sono obbligati a corsi continui, vi parteciperanno Aurora e Virtus Calco

Il centro sportivo diventa sede Coni Quattro anni di sport di qualità
Il centro sportivo di via Aldo Moro diventa centro Coni

Per i prossimi quattro anni, il centro sportivo di via Aldo Moro sarà centro Coni.

In altre parole, i ragazzini che lo frequenteranno, riceveranno una formazione atletica multidisciplinare in grado di favorire il loro sviluppo e gli fornirà gli strumenti per potere affrontare, una volta cresciuti, nel miglior modo possibile, la disciplina alla quale decideranno di dedicarsi.

Un allenamento costante

«In un centro Coni - spiega Vera Sala, docente formatore scuola dello sport Coni Lombardia - si fa un lavoro di qualità per quello che riguarda il settore giovanile. Gli istruttori sono infatti obbligati a una formazione continua in modo che l’allenamento dei bambini sia il più possibile multidisciplinare».

Il problema principale di molte società, continua Sala, «è che ai bambini viene insegnato un gesto atletico che i piccoli sanno ripetere perfettamente. Succede però che una volta cresciuti, non riescono ad andare oltre a quel gesto e in situazioni diverse si trovano in difficoltà. La formazione Coni invece vuole essere il meno tecnica e specifica da subito. Si preferisce infatti puntare molto su un allenamento di tipo ludico. Inoltre, si tende anche a proporre esercizi che siano il più possibile multidisciplinari. Qual è il vantaggio? Il giovane atleta risulta più strutturato e, quindi, crescendo, è in grado di trovare meglio le risposte più adeguate a tutte le situazioni».

Questo tipo di formazione promosso dal Coni ha principalmente due scopi: combattere il tecnicismo sportivo e l’abbandono dello sport, sempre più precoce, e che ormai si verifica negli anni delle scuole medie.

Solo due nel Lecchese

Nel Lecchese, i centri Coni sono soltanto due. Oltre a quello di Olgiate Molgora, c’è infatti quello di Lecco centro.

A Olgiate, alle attività del centro parteciperanno due società: la polisportiva Aurora con il settore calcio, ginnastica artistica e judo, e la Virtus Calco con l’atletica.

A Lecco, le società saranno invece tre: l’atletica con la Colombo costruzioni, l’arrampicata con i Ragni, e la scherma con il centro scherma.

«Il centro Coni dovrebbe funzionare per quattro anni, quindi da quest’anno fino al 2022, poi si vedrà». Nel frattempo, si sta già pensando a proporre anche attività estive che rispondano alla filosofia su cui si deve basare l’intero anno. «A luglio e settembre dovremmo proporre l’Educamp. Si tratta di una settimana sportiva, aperta a bambini dai 6 ai 14 anni, in cui vengono praticate quattro discipline al giorno, per un massimo di due volte al giorno. Le discipline previste a Olgiate sono davvero tante. Tra quelli certe ci sono atletica, pallavolo, pallacanestro, scherma, orientering, arrampicata, tiro con l’arco e judo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA