Gli scuolabus sono ecologici  A Merate lo smog si batte così
In arrivo i bus ecologici a Merate

Gli scuolabus sono ecologici

A Merate lo smog si batte così

Alla scadenza nuovo bando Stanziati 1,7 milioni, agevolate

le aziende che usano mezzi eco

Scuolabus ecologici per combattere l’inquinamento.

Non una soluzione ma certo un segnale dell’attenzione che la giunta riserva a un problema che riguarda tutti e che soltanto interventi strutturali e sovraccumunali potrebbero risolvere.

Deliberato in giunta

A tale proposito, nel corso dell’ultima seduta della giunta comunale presieduta dal sindaco Andrea Massironi, su richiesta dell’assessore Silvia Sesana, titolare dell’istruzione, è stata stilata una delibera di indirizzo per fare in modo che i prossimi scuolabus siano ecologici.

«Ad agosto - ha spiegato l’assessore Sesana - dovremo procedere con una nuova gara d’appalto per la gestione del servizio scuolabus. Avvicinandoci questa scadenza, dal momento che l’appalto in corso va a finire, abbiamo stabilito di premiare quelle aziende che si impegneranno ad utilizzare mezzi che funzionano utilizzando carburanti ecocompabili per il trasporto dei ragazzi a scuola. Parlo di metano, gpl o elettrico. I mezzi, inoltre, dovranno essere almeno Euro 4. Infine, più saranno moderni meglio sarà sia dal punto di vista dell’inquinamento sia perché si garantirà un servizio migliore agli utenti».

Il bando, che dovrebbe essere preparato nel corso delle prossime settimane, in modo da andare a gara per marzo e procedere così all’aggiudicazione prima dell’inizio del nuovo anno scolastico, considerato l’importo, avrà valenza europea.

«La gestione avrà una durata di cinque anni - ha precisato l’assessore - e la somma a base d’asta sarà di 1,7 milioni di euro. Sensibilmente più alta rispetto al passato. Per lo scolabus, infatti, abbiamo previsto di spendere 260 mila euro all’anno invece di 200 mila euro. Un incremento giustificato dal fatto che abbiamo voluto investire su mezzi migliori e anche più funzionali».

Leggi i particolari de La Provincia di Lecco in edicola venerdì 24 febbraio


© RIPRODUZIONE RISERVATA