Coppia di Verderio rapinata in casa   «Avevano un cacciavite e i volti coperti»
La villetta della coppia rapinata l’altra sera mentre era in taverna

Coppia di Verderio rapinata in casa

«Avevano un cacciavite e i volti coperti»

Faccia a faccia con i ladri armati entrati nel retro della villetta in via Cantù

Si sono fatti consegnare cellulare e portafogli dopo aver ripulito le stanze al piano di sopra

Faccia a faccia coi ladri, che portano via loro portafoglio e cellulare dopo aver ripulito le stanze al piano di sopra.

Una brutta esperienza per una coppia di Verderio, marito e moglie, che giovedì sera si sono trovati di fronte tre ladri mezzi incappucciati e con un lungo cacciavite in mano. E’ accaduto tra le 21,30 e le 21,50, in una villetta bifamiliare di via Cesare Cantù, una zona residenziale appena a est del centro storico confinante con dei prati.

E proprio dai campi retrostanti sono passati i ladri, che probabilmente sono arrivati lungo la ex provinciale 55 provenienti da Cornate d’Adda e sono entrati in una traversa sulla destra appena dopo il cimitero, addentrandosi tra le villette e arrivando in vista della casa che hanno scelto come obbiettivo, forse perché non c’erano luci accese visibili. Hanno scavalcato la recinzione e sono saliti al piano di sopra, scassinando una finestra con il grosso cacciavite. La coppia ha subito lanciato l’allarme e sul posto sono arrivati i militari della Compagnia di Merate e del nucleo operativo e radiomobile.

Leggi i particolari su La Provincia di Lecco in edicola sabato 13 maggio


© RIPRODUZIONE RISERVATA