Cinquecento firme in due giorni  «Disagi sui treni, bisogna cambiare»
La raccolta di firme alla “Stazione della Birra” di Cernusco

Cinquecento firme in due giorni

«Disagi sui treni, bisogna cambiare»

La petizione dei pendolari #RimuoviTrenord

è partita da Cernusco e Osnago

Buona la prima: la petizione del Comitato pendolari del Meratese, al suo esordio, ha già raccolto oltre 140 firme su carta e più di 350 sulla piattaforma on line change.org.

L’incipit è stato mercoledì sera alla “Stazione della Birra”. Si aggiungono poi quelle raccolte ieri mattina alla stazione di Osnago, e quelle che saranno raccolte stamattina alla stazione di Cernusco.

Centinaia di pendolari arrabbiati per le condizioni del trasporto ferroviario ed in particolare per quello della S8, la Lecco-Milano via Carnate.

L’hashtag della campagna è #RimuoviTrenord. I perchè lo spiega il portavoce del comitato Guido Raos: «Trenord, assieme a Rfi, non è capace di garantire il servizio come dovrebbe, nemmeno rispettando gli standard minimi di servizio per problemi di varia natura, di numero di dipendenti, di organizzazione del personale, per i treni vetusti, per la scarsa manutenzione, ma anche e soprattutto per un problema di dirigenti non adeguati. E la Regione, che dovrebbe controllare, finora non l’ha fatto».

L’articolo completo sul giornale in edicola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA