Cimitero di Rogoredo, il via al cantiere. Intervento da 300mila euro in otto mesi

Casatenovo L’impianto originario risale a cinquant’anni fa e da allora non è cambiato molto. Il progetto di ampliamento prevede la realizzazione di 32 loculi a muro e 60 tra ossari e cinerari

Cimitero di Rogoredo, il via al cantiere. Intervento da 300mila euro in otto mesi
Il cimitero di Rogoredo a Casatenovo che verrà ampliato
(Foto di Menegazzo)

Un imponente intervento di ampliamento e ammodernamento del cimitero di Rogoredo.

È quello che ha in programma il Comune di Casatenovo per i prossimi mesi, dopo il via libera al progetto redatto dall’architetto Gianpaolo Cagliani e dall’ingegner Marta Liberali.

Il progetto e i costi

Verranno realizzati nuovi loculi, nuovi ossari e un servizio igienico per disabili e il costo complessivo sarà di 300mila euro, una cifra importante che trova copertura con fondi propri di bilancio, senza contributi esterni provenienti a qualche bando regionale o statale.

L’impianto originario del cimitero, di forma rettangolare ed esteso su una superficie di circa 4mila metri quadrati, risale a ormai cinquant’anni fa e da allora non è cambiato molto ma «lo stato di conservazione del cimitero è da ritenersi soddisfacente».

Il progetto di ampliamento prevede la realizzazione di 32 loculi a muro e 60 tra ossari e cinerari.

L’intervento richiede la demolizione del muro in calcestruzzo, sul confine sud-est, che separa l’attuale cimitero dall’area destinata all’ampliamento, e la realizzazione di un bagno per persone disabili,che al momento manca ed è richiesto dalle normative più recenti.

Si dovrà costruire un nuovo muro di recinzione alto due metri e mezzo ed il nuovo corpo sarà fatto da loculi prefabbricati con apertura frontale, per le finiture sono previste lastre di chiusura e listelli in marmo bianco di Carrara, pavimentazione in pietra grigia, pluviali dipinti di marrone, le pareti verranno rivestite in parte in pietra ed in parte intonacate di grigio.

Le tempistiche

L’opera potrebbe essere realizzata nel corso di otto mesi, quattro per i lavori veri e propri ed altri quattro per i tempi tecnici ed amministrativi, tutto dipende da quando il Comune darà il via libera all’intervento.

Non sono previsti particolari disagi per l’esecuzione di questi lavori, anche per la facilità di accesso al cimitero, da via San Gaetano infatti possono transitare anche mezzi pesanti.

Con questo nuovo progetto si porta a termine il percorso di ampliamento del cimitero che ha già visto negli ultimi anni un intervento che punta a risolvere per i prossimi 20 anni il problema della scarsità di posti.

In totale si arriverà ad avere 246 nuovi posti tra tombe a terra e loculi, e con una media annua di decessi di circa 15 persone, comprese le estumulazioni, non ci sarà bisogno di ulteriori interventi per molti anni a venire.

Il viale di accesso ha già visto un intervento di sistemazione che ha risolto il problema delle pozzanghere e ha ridisegnato i parcheggi. Vialetti e cassoni per le tombe a terra sono già stati sistemati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA