Cernusco , dopo l’incendio le telefonate   Titolare del negozio minacciato di morte
Il negozio di Andrea Panzeri che a gennaio è stato incendiato da un attentatore sconosciuto

Cernusco , dopo l’incendio le telefonate

Titolare del negozio minacciato di morte

Avvertimento anonimo nella notte: «Devi smetterla con quei documenti»

Unica questione aperta la riscossione di alcuni crediti, nessuna novità sulle fiamme di gennaio

Minacce telefoniche al titolare del negozio Computer business di Cernusco Lombardone.

A pochi passi dalla stazione

Si tratta dell’esercizio commerciale che si trova a pochi passi dalla stazione ferroviaria e che, all’inizio dell’anno aveva subito un attentato incendiario.

Ieri mattina all’all’alba, esattamente alle 5,53, con una telefonata anonima qualcuno ha minacciato pesantemente il titolare Andrea Panzeri.

«Ti taglio i c… Devi smetterla con i documenti». Subito dopo, l’uomo ha riagganciato.

«La persona che mi ha chiamato - ha raccontato Panzeri, per nulla intimorito dalla minaccia - era sicuramente straniero. Aveva un chiaro accento dell’Est. Forse albanese. Ho provato a chiedere chi fosse. Ho domandato a quali documenti si riferisse ma non ho avuto alcuna risposta. Subito dopo quelle due frasi, lo sconosciuto ha riagganciato». Secondo Panzeri, la minaccia potrebbe essere legata all’attentato incendiario di gennaio.

«Non ho questioni aperte o problemi famigliari di sorta. Le uniche cose che mi vengono in mente sono alcune riscossioni crediti che sto tentando di ottenere. Si tratta tuttavia di questioni di poche migliaia di euro o meno. In un caso, un mesetto fa, qualcosa si è mosso. Forse, la minaccia arriva in seguito a questa novità».

Panzeri ha immediatamente sporto denuncia per quanto accaduto ai carabinieri della stazione di Merate, dove si è recato in mattinata.

Leggi i particolari su La Provincia di Lecco in edicola giovedì 19 aprile


© RIPRODUZIONE RISERVATA