Berlusconi a Merate, affare da 10 milioni

Ville extra lusso attorno a cascina Vedù

L’ex premier ha acquisito le dodici dimore progettate da Mario Botta

Erano incompiute da anni dopo il fallimento della ditta costruttrice

Berlusconi a Merate, affare da 10 milioni Ville extra lusso attorno a cascina Vedù
Le ville “congelate” dopo il crac della ditta che doveva realizzarle

Silvio Berlusconi investe a Merate. Insieme all’amico architetto Ivo Redaelli ha infatti dato vita alla società Brianza Due e deciso di ultimare le dodici ville incompiute di via Allende, il cui cantiere era fermo da quattro anni in seguito al fallimento della società costruttrice.

A febbraio, proprio accompagnato da Ivo, figlio di quel Fabio Redaelli, che aveva collaborato con l’architetto Mario Botta nella progettazione del complesso attorno a cascina Vedù, Berlusconi era comparso sotto la torre di Castello Prienetti.

Dopo un rapido giro in centro, si era diretto nella zona della cascina per visionare il cantiere. Il mese successivo, Redaelli aveva confermato l’interesse dell’ex premier per l’operazione immobiliare. A distanza di poco più di sei mesi, l’operazione è andata in porto.

Redaelli spiegato che insieme al premier ha costituito una società immobiliare, di cui Berlusconi detiene la maggioranza, che ha come obiettivo quello di ultimare le ville e metterle sul mercato nel giro di meno di un anno.

Un’operazione che, considerata la tipologia costruttiva e le finiture, richiederà l’investimento di una cifra compresa tra gli 8 e i 10 milioni di euro.

L’articolo completo sul giornale in edicola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA