Balzo in avanti di positivi nel Meratese  Controlli e centro rapido per i tamponi
Aumentano i positivi e a Merate verrà istituito un centro rapido per i tamponi

Balzo in avanti di positivi nel Meratese

Controlli e centro rapido per i tamponi

Emergenza Torna l’incubo del coronavirus, soprattutto per la vicinanza con il Milanese Si è spento l’avvocato Spinelli, 96 anni. A Merate i casi sono 68 e a Calco 69: «Subito misure»

Torna l’incubo Covid nel Meratese. Anche se i numeri sono ancora lontanissimi da quelli che si registrano nei vicini territori delle province di Milano e Monza e Brianza, anche qui, la seconda ondata incomincia a fare paura.

L’ultimo bollettino

A Merate, secondo l’ultimo bollettino diffuso ieri dal sindaco Massimo Panzeri, si registra anche il primo morto, dopo quelli della scorsa settimana. Si tratta dell’avvocato Biagio Spinelli, 96 anni, benemerito della città di Merate nel 2011, spentosi all’inizio di questa settimana.

Rispetto al penultimo bollettino, emesso la scorsa settimana, in città si è registrato un vero balzo in avanti dei contagiati, saliti a 68, con un aumento di 26 unità. E che portano il totale dei contagiati da inizio pandemia a 267 per complessivi 28 deceduti.

Attualmente, quelli in quarantena sono 59, con un incremento di 13 rispetto all’ultimo dato fornito. «L’andamento - sottolinea il sindaco - è in peggioramento. Per questo motivo, il livello di attenzione deve essere massimo, così come il rispetto delle disposizioni che impongono alcune limitazione».

Il riferimento è agli assembramenti. Panzeri ricorda che sono due i punti critici della città. Il primo è quello delle scuole superiori, che da lunedì resteranno chiuse, il secondo la zona del bowling, al confine con Cernusco. La prima situazione è stata risolta dall’ordinanza regionale. La seconda dal coprifuoco ormai in vigore.

«Mi appello al senso di responsabilità di ogni singolo cittadino, onde evitare ulteriori restrizioni delle libertà individuali», avverte il borgomastro. Che annuncia anche il fatto che presto in città aprirà un centro rapido per il tamponi. «Con Ats stiamo discutendo su un paio di opzioni. A giorni, la scelta».

Preoccupazione anche a Calco con 69 positivi.

Altri particolari su La Provincia di Lecco in edicola sabato 24 ottobre


© RIPRODUZIONE RISERVATA