Viale Verdi: semaforo sì o semaforo no?  Costi e traffico spaccano la commissione
Merate - Il rendering che mostra come diventerà il futuro viale Verdi

Viale Verdi: semaforo sì o semaforo no?

Costi e traffico spaccano la commissione

Merate, fanno discutere le due rotatorie

previste dal progetto da tre milioni di euro

Scintille in commissione tra Alessandro Pozzi di SeI Merate da una parte, e Fabio Tamandi e Giuseppe Procopio di Più Merate dall’altra.

Pomo della discordia, il progetto di riqualificazione di viale Verdi; ma gli animi si sono accesi soprattutto nel momento in cui si è tornati a discutere della desemaforizzazione.

Secondo Pozzi, il piano urbano del traffico di Merate, non prevede di togliere i semafori. La maggioranza ha risposto che tuttavia nel piano si parla di riqualificazione dei nodi, in riferimento ai due semafori che si incontrano su viale Verdi.

La questione è fondamentale dal momento che non solo il mantenimento dei semafori o la loro sostituzione con rotonde modificherebbe il costo complessivo dell’intervento ma anche perché, secondo la minoranza di Sei Merate, eliminare gli impianti semaforici potrebbe determinare un ulteriore aumento del traffico sulla strada.

Al di là dei diversi punti di vista sul fulcro del progetto, del costo ormai di 3 milioni di euro, 1,9 dei quali per le sole opere, in commissione è stato presentata la versione definitiva del progetto preliminare, che sarà approvato in consiglio la prossima settimana.

L’articolo completo sul giornale in edicola domani, venerdì 5 aprile.


© RIPRODUZIONE RISERVATA