Un operatore lecchese  alle Olimpiadi in Corea «Un lavoro affascinante»
Mauro Valentinuzzi è in prima fila alle Olimpiadi invernali in Corea

Un operatore lecchese

alle Olimpiadi in Corea
«Un lavoro affascinante»

È un noto operatore televisivo di Pescarenico, Mauro Valentinuzzi, che è stato chiamato per la terza volta a immortalare con le sue immagini i Giochi Olimpici.

C’è anche un lecchese ai Giochi Olimpiadi invernali di PyeongChang in Corea. È un famoso operatore televisivo di Pescarenico, Mauro Valentinuzzi, che è stato chiamato per la terza volta a immortalare con le sue immagini i Giochi Olimpici.

Così Valentinuzzi dopo Torino. dove ha partecipato anche alla realizzazione del video ufficiale per il Comitato olimpico, ha avuto la seconda chiamata per Vancouver (Canada) dove c’è andato per Sky che aveva ottenuto i diritti. E ora la terza chiamata in Corea a confermare che il cameraman e regista lecchese ci sa davvero fare: questa volta la chiamata è arrivata da Discovery Channel Eurosport ,che cura la parte in lingua italiana di Eurosport. « Ogni volta che vado alle Olimpiadi è una grandissima soddisfazione, anche perché i sono un regista e un operatori video che è nato e cresciuto nel mondo dei motori- spiega -. Con le nostre telecamere seguiamo tutti gli eventi dove ci sono atleti italiani e per far questo la nostra squadra è composta da una ventina di operatori, che deve coprire tutte le gare. Vivere l’Olimpiade è sempre un esperienza affascinante sotto il profilo umano e professionale, sempre a contatto con realtà che provengono da tutto il mondo. Qui tutto è tranquillo, la gente molto cordiale, ma fa un gran freddo, a PyeongChang abbiamo toccato i meno 18° ma c’è sempre un vento gelido che fa scendere il termometro a toccare i 30 sottozero, così ci tocca lavorare in condizioni proibitive anche perché siamo sempre all’aperto. E quando siamo all’interno dei palazzetti dello sport il termometro sale ma di pochissimo. Per noi italiani è sempre festa specialmente quando i nostri atleti fanno grandi imprese e così anche noi dietro le telecamere esultiamo per i risultati degli azzurri».

Per poter arrivare a questo ambito traguardo, Valentinuzzi ha lavorato con grande professionalità nel mondo della velocità motoristica e il motomondiale: senza dimenticare che è stato il primo operatore italiano accreditato al Supercross negli Usa già negli anni ’80, ma da un decennio il suo compito è quello della regia nelle gare del Civ, Aci Sport, Gran Turismo, International GT. Insomma una carriera difficilmente ripetibile. Le tre Olimpiadi sono sempre e comunque la ciliegina sulla torta.


© RIPRODUZIONE RISERVATA