Un nuovo cinema  a Lecco: «Lavori fra un anno»
Il teatro dell’oratorio di San Nicolò diventerà un cinema da prime visioni

Un nuovo cinema

a Lecco: «Lavori fra un anno»

San Nicolò: il progetto da 130 posti di mons. Milani da ricavare nello storico teatro dell’oratorio - Primo finanziamento da 200mila euro dalla Regione

Un nuovo cinema per Lecco. Parrocchiale per proprietà, vocazione e nascita, ma aperto a tutti e legato al giro delle “prime visioni”.

Insomma, un vero cinema. È quello che sta sognando, ma che presto partirà a realizzare, il prevosto di Lecco monsignor Davide Milani in quello che è lo spazio, oggi solo parzialmente agibile, del teatro dell’oratorio.

Un luogo storico, con splendide inferriate e colonne in stile liberty, che ha cresciuto intere generazioni di lecchesi ma sottoutilizzato e che, comunque, deve essere completamente ristrutturato. Il cinema sorgerebbe in questo spazio grazie a un bando di Regione Lombardia.

È lo stesso prevosto a spiegarlo, legandolo al più ampio (e milionario) progetto del nuovo oratorio San Luigi: «Il progetto di recupero dell’area Faini sta andando avanti con la costruzione, da parte di Caritas, della Casa della Carità. Ma questo progetto in più lotti ha i suoi tempi. E ci sono parti, come quella della cappella e del teatrino, che non sono previste. Perché non cominciare proprio da questi luoghi storici per tutta la nostra comunità? Ecco il perché del cinema».

Un progetto da 600mila euro tutto compreso: ristrutturazione, ripristino delle vecchie e storiche dotazioni architettoniche, tecnologia digitale, riscaldamento e via dicendo.«Duecentomila euro li abbiamo già individuati attraverso un bando regionale relativo ai cinema. E gli altri intendiamo recuperarli con altri bandi che vadano a innestarsi e legarsi con quello al quale stiamo partecipando. Lo dico perché non voglio che si confondano gli ambiti: non useremo un euro dei fondi raccolti per il nuovo oratorio per la riqualificazione del teatrino e la sua trasformarzione in cinema. Tutti i fondi già raccolti per il nuovo oratorio San Luigi saranno usati solo per quello scopo. Il cinema viaggerà invece con le sue gambe e su altri binari».

Un patto fatto con la comunità della Madonna del Rosario e con la parrocchia di San Nicolò in particolare. Il progetto dell’oratorio va avanti. E poi c’è il progetto, separato e indipendente, del cinema: «Vorremmo che fosse un cinema moderno, da 130 posti, comodo, bello, in centro. Utilizzabile anche come teatro. E a servizio in primis dell’oratorio e della parrocchia, ma poi di tutta la comunità, del centro, aperto ad associazioni, alle scuole che ci circondano, ai tanti anziani della casa di riposo Borsieri, a chi, insomma, vorrà condividere con noi il sogno di avere un gioiellino in mezzo al centro storico di Lecco».

Ma i “sogni” di monsignor Davide Milani sono sempre molto concreti: «Intendiamo partire con il cantiere entro la fine dell’anno pastorale, ovvero entro giugno 2020. Non sarà un progetto solo teorico, ma un qualcosa di concreto e da mettere in pratica nel giro di pochi mesi. Noi siamo partiti e ora aspettiamo di capire quali siano gli altri bandi da sfruttare. Dovrebbero bastare questi per portare a termine l’opera ed è quello che faremo».


© RIPRODUZIONE RISERVATA