«Troppi ladri e truffatori»  Panificio chiuso al pomeriggio
Laura Savini di fronte al Panificio Savini con la porta chiusa al pomeriggio per paura di ladri e truffatori

«Troppi ladri e truffatori»

Panificio chiuso al pomeriggio

Sulla porta del forno Savini a Bulciago è comparso il cartello: «Suonare»

La titolare: «In negozio da dieci anni, ma adesso ho davvero paura»

Il negozio è aperto, ma la porta è chiusa a chiave. Per entrare bisogna suonare.

Fuori dal Panificio Savini di Bulciago, al pomeriggio, c’e un cartello con la scritta «Porta chiusa, suonare il citofono». D’ora in avanti sarà sempre così per tutte le aperture pomeridiane. La titolare, Laura Savini, ha preso questa decisione spinta dalla paura.

Derubata due volte nel giro di neanche un mese. Una sera di dicembre i ladri hanno seguito sua mamma in casa e le hanno portato via la borsa. Pochi giorni dopo, tre ladri sono entrati in negozio e hanno arraffato quel che hanno trovato sotto i suoi occhi.

«Sono in negozio da dieci anni, la mia famiglia gestisce questo panificio da oltre un secolo, ho una clientela affezionata e io tengo molto ai miei clienti, ma devo fare qualcosa per proteggermi. Ho due bambine piccole. Non posso star qui ad aspettare che qualcuno mi faccia del male o mi accoltelli per una scatola di biscotti».

Tutti i dettagli nell’ampio servizio su “La Provincia di Lecco” in edicola domenica 17 gennaio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA