Sparatoria nel bosco della droga  Patteggia un giovane di Introbio
Un patteggiamento per la sparatoria di ottobre nei boschi

Sparatoria nel bosco della droga

Patteggia un giovane di Introbio

Il macedone aveva ferito un pusher, da stamattina è stato trasferito agli arresti domiciliari

Per la sparatoria di ottobre in quello che era stato definito il boschetto della droga a Ballabio, ieri mattina ha patteggiato tre anni e otto mesi uno degli imputati, un giovane macedone di 23 anni residente a Introbio.

Hetem Mevljan, difeso dall’avvocato di fiducia Giulio Speziale del foro di Sondrio, dopo quattro mesi di reclusione trascorsi nel carcere di Pescarenico oggi pomeriggio è stato trasferito agli arresti domiciliari.

Il giovane ieri è comparso in Tribunale a Lecco per l’udienza preliminare di fronte al Gup Salvatore Catalano e al sostituto procuratore Paolo Del Grosso. Nelle scorse settimane l’avvocato Speziale aveva raggiunto con il sostituto procuratore l’accordo per un patteggiamento a tre anni e otto mesi (oltre al pagamento di 860 euro di multa). Tra gli elementi che hanno contribuito al raggiungimento dell’accordo anche il particolare che la pistola utilizzata dal giovane macedone sarebbe stata una scacciacani.

L’articolo completo su La Provincia di Lecco in edicola domani, 29 gennaio


© RIPRODUZIONE RISERVATA