Sicurezza ed efficienza energetica  Nove milioni per le imprese
Il bando regionale finanzia gli investimenti nella videosorveglianza

Sicurezza ed efficienza energetica

Nove milioni per le imprese

Pubblicato il provvedimento di Regione Lombardia a favore delle imprese commerciali e artigiane

Nove milioni per le imprese - commerciali e artigiane - che effettuano investimenti nel campo della sicurezza e dell’ambiente. Si tratta di risorse che verranno erogate a titolo di contributo a fondo perduto e potranno arrivare a coprire il 50% dell’investimento con valori soglia di 5mila (sicurezza) e 10mila euro (ambiente).

È stato pubblicato ieri il Bando IES Lombardia (Impresa eco-sostenibile e sicura), come deliberato dalla Giunta regionale nel dicembre scorso su istanza dell’assessore allo Sviluppo economico Alessandro Mattinzoli, per sostenere investimenti innovativi, sia per la sicurezza sia per la riduzione dei consumi energetici e dell’impatto ambientale delle micro e piccole imprese commerciali e dell’artigianato.

Le risorse complessivamente disponibili sono pari a 9 milioni di euro.

Al bando possono partecipare le micro e piccole imprese commerciali e artigiane che abbiano almeno una sede operativa o un’unità locale in Lombardia.

Due sono le aree d’intervento. Con una misura si finanziano interventi per la sicurezza (sistemi antifurto, antirapina o antintrusione ad alta tecnologia) o per l’acquisto di dispositivi di pagamento per la riduzione del flusso di denaro contante. Con l’altra misura si sostiene l’acquisto di apparecchiature e impianti per la riduzione del consumo energetico e dell’impatto ambientale della loro attività. Ogni impresa potrà presentare domanda su entrambe le misure.

«Anche con questo provvedimento, insieme al presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana, confermiamo la nostra attenzione al nostro mondo produttivo, fatto di micro e piccole imprese - commenta l’assessore Mattinzoli -. In questo modo teniamo alto il livello non solo dell’efficienza, ma soprattutto della lungimiranza e della capacità di tradurre in atti concreti e utili i bisogni di tutto il nostro tessuto imprenditoriale. Queste misure dimostrano che la Giunta della Lombardia guarda a chi investe e crea lavoro, nel rispetto dell’ambiente e della sicurezza».

Il contributo a fondo perduto è pari al 50 per cento delle sole spese considerate ammissibili nel limite massimo di 5.000 euro per la sicurezza e di 10.000 euro per la sostenibilità ambientale.

La domanda di contributo deve essere presentata a Unioncamere Lombardia esclusivamente tramite il sito http://webtelemaco.infocamere.it dal 12 febbraio al 7 marzo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA