Per i pendolari  di Lecco  è più facile trovare posteggio
Dal 1°maggio nuove tariffe al posteggio di via Grassi per gli automobilisti che vengono in città per lavorare

Per i pendolari di Lecco

è più facile trovare posteggio

Il parcheggio di via Grassi “piace” ai residenti - Ora il Comune lancia la sosta destinata ai lavoratori con sosta dal lunedì al venerdì a 40 euro mensili

Il posteggio di via Grassi sta incontrando i favori della gente. Magari non gli stalli a fascia oraria, che sono nel piano a raso. Ma gli abbonamenti stanno riscuotendo successo.

Già più di settanta gli abbonamenti sottoscritti dai residenti e dai lavoratori a 60 euro al mese. Abbonamenti che consentono l’accesso alle auto H24 e sette giorni su sette a chi risiede o lavora in zona centro. Ma ci sono ancora una quarantina di posti che potrebbero dare sollievo alla città, che sarebbe meno ingolfata, e anche alle tasche dei cittadini che, comunque, desiderano un posteggio sicuro, coperto, a due passi dal centro e dalla stazione.

Ecco perché il silos di via Grassi si apre a un nuovo tipo di abbonamento, speciale, che Linee Lecco applicherà a partire dal 1° maggio e che prevede la possibilità di parcheggiare nel multipiano dal lunedì al venerdì, dalle 6 alle 20, al costo di 40 euro. Va da sé che per la fascia oraria e giornaliera prevista, il nuovo prodotto è stato studiato soprattutto per i pendolari o i lavoratori del centro. Ammette Corrado Valsecchi, assessore alla viabilità del Comune di Lecco: «La zona a raso, ovvero quella a pagamento orario, è ancora sotto richiesta rispetto a quelle che sarebbero le sue potenzialità. Ma gli abbonamenti vanno molto bene e per togliere ancor più auto dalle strade, in favore di pendolari e residenti, o lavoratori, abbiamo previsto una quarantina di abbonamenti, gli ultimi, a disposizione di chi vuole un parcheggio a cinquanta metri dalla stazione a prezzi calmierati, coperto e soprattutto sicuro: è videosorvegliato e illuminato a tutte le ore».

L’assessore conclude: «I 75 posti per residenti rimangono concorrenziali perché pagano sì di più, ovvero 60 euro, ma sono sfruttabili per tutto il giorno e per tutti i giorni della settimana. Gli altri 40 posti a disposizione abbiamo deciso di dedicarli soprattutto ai lavoratori, ai pendolari»

L’attivazione degli abbonamenti è da effettuare presso l’ufficio abbonamenti di Linee Lecco sito in via dell’Eremo, all’ingresso del parcheggio coperto dell’ospedale Alessandro Manzoni di Lecco.

E il parcheggio della Ventina a Pescarenico che è passato a pagamento? Per l’assessore è un successo: «Ci sono molte più automobili adesso che è a pagamento di quando era libero e gratuito. La spiegazione è facile: con il pagamento si può lasciare la macchina quanto si vuole senza più il vincolo del disco orario da due ore e poi se fa l’abbonamento può addirittura dimenticarsi lì la propria auto senza problemi. Tanto ha il pass e va a ritirarla con la sbarra quando vuole H24. Prima erano fasce orarie di due ore in mano a un privato, grazie a una convenzione urbanistica dei primi anni 2000, mentre ora, cambiando le regole del gioco, siamo arrivati a impegnare molto di più il silos».

Anche in questo caso gli abbonamenti cominciano a diffondersi e a essere apprezzati dai residenti del quartiere e non solo. «Sono già una ventina gli abbonati, ma sono in crescita – spiega Valsecchi – e stiamo facendo a capire che posteggiare alla Ventina, come in via Sassi, vuol dire lasciare l’auto in un posto videosorvegliato, al coperto, sicuro e a buon mercato». In effetti al costo di una sola multa per divieto di sosta, si posteggia un intero mese. Il che se non è a buon mercato, poco ci manca…


© RIPRODUZIONE RISERVATA