Palestra inagibile alla Carducci  Alunni senza ora di ginnastica
La scuola elementare Carducci al centro delle protestedei genitori: palestra inagibile e bambini costretti a saltare l’ora di motoria

Palestra inagibile alla Carducci

Alunni senza ora di ginnastica

Pavimento sconnesso, il dirigente l’ha chiusa

L’assessore: «Abbiamo ordinato linoleum per i rattoppi»

Dieci classi senza palestra. I duecentocinquanta alunni della scuola elementare Carducci di Castello, da inizio anno scolastico si arrangiano in giardino o in classe, confidando che il bel tempo si mantenga, e che presto la palestra torni agibile.

Una situazione ormai insostenibile visto che la stagione avanza, e le temperature cominciano ad abbassarsi.

Ad inizio anno scolastico, il preside Claudio Lafranconi, fresco d’incarico, fatto il sopralluogo delle strutture che fanno capo al comprensivo “Lecco 1”, decide di non autorizzare le ore di educazione fisica nella palestra della scuola, in quanto il pavimento in linoleum non è omogeneo e presenta delle spaccature pericolose. Una decisione che va nell’ottica della sicurezza considerato che una cinquantina di bambini della Carducci hanno solo 6 anni e rischio di farsi male è elevato.

Il preside segnala immediatamente la situazione al Comune, proprietario dello stabile, che a quanto pare durante i lavori di sistemazione delle scuole siglati durante l’estate, si era dimenticato, o non aveva considerato pericoloso lo stato della palestra della Carducci.

In breve si sollevano le proteste, comunque pacate, da parte di vari genitori che chiedono un celere intervento di sistemazione al preside, e di conseguenza al Comune. I genitori lamentano anche l’asfalto sdrucciolevole davanti all’ingresso.

L’assessore ai lavori pubblici Corrado Valsecchi, più volte pungolato sia durante il recente incontro pubblico al Seminario, che sui social, ha deciso di correre ai ripari.

«Premetto che già lo scorso anno la pavimentazione della scuola era nelle stesse condizioni, e l’allora dirigente scolastico non aveva messo divieti. A settembre il nuovo preside ha fatto una valutazione e ha deciso di non autorizzare le lezioni - spiega l’assessore Valsecchi -. Adesso abbiamo acquistato dei quadri di linoleum che entro breve verranno posizionati al posto delle parti deteriorate. Entro fine novembre la palestra tornerà agibile».


© RIPRODUZIONE RISERVATA